SCUOLA SCIENTIFICA TESLIANA DI NATUROPATIA OLISTICA

tesla-energia

Le sconosciute  tecnologie di Tesla – potere del pensiero e delle parole 

Sempre più scienziati sostengono che c'è qualcosa, tra la parte visibile (fisica) e quella invisibile (metafisica) del mondo; che esista qualcosa, tipo “l'energia dello specchio”, che ha il suo riflesso sul pensiero umano. Pertanto, anche, quando una persona si specchia, ha davanti se stesso, dal vivo, ha la propria idea di sé, chiamata immaginazione; questa non è, né vera né reale. Ciò posto, l'uomo può cambiare solo ciò che è reale (se stesso), e, la  conseguenza di ciò è il cambiamento dell’immaginazione, cioè il riflesso dello specchio, che essendo invisibile, si trova nel cervello (pensiero), tra le zone fisiche e metafisiche.           

Ma, iniziamo, con ordine: le persone esperte, sempre, ci ricordavano che bisogna tener conto di ciò che vien detto, poiché le parole sono potenti, e, possiedono un magico potere. Ora, gli scienziati sono ossessionati dai poteri del linguaggio, delle parole, dei pensieri e delle mente.  Ci sono, sempre più, segni che il linguaggio, le parole ed i pensieri programmano il corpo umano. Queste idee sono state tramandate silenziosamente, da sempre, dall’esoterismo al settore scientifico, visto che le conferme delle scienze, segrete e classiche, quasi coincidono.    

Di recente è stato dimostrato un esperimento, in cui la mente di una scimmia, a distanza, sta controllando il robot scimmia. Ciò, vuol dire che  la geometria segreta, non è pura immaginazione dei malati, teorici della cospirazione, ma legittima verità, senza la quale sarebbe stato impossibile realizzare dell’animazioni moderne computerizzate. Ricercando delle cause astrofisiche dei conflitti ciclici tra le nazioni, Nikola Tesla sviluppò la teoria, secondo quale la magnetosfera solare, cicli regolari di comparsa di macchie, protuberanze, disturbi magnetici e turbolenze causano l’insorgere di guerre. In breve, con l'induzione magnetica del sole si verificano cambiamenti nella ionosfera terrestre, che, a causa del flusso di caratteri elettrici che attraversano la Terra, sono in un rapporto diretto di risonanza con il cervello umano.

L’interdipendenza tra il Sole e il comportamento umano (in questo caso economico) si può giustificare, sulla base dell'analisi di numerosi indicatori economici contenuti nel database di Goldstein. In particolare, l'Istituto tedesco per la Psicologia, in Gottinga, dopo una riunione scientifica ad Amsterdam, hanno pubblicato un articolo dal titolo "Momenti critici, del ciclo nelle economie Occidentali, sono legati all'attività solare" (“Turning points of long waves in Western economics: are they correlated with solar activity?”), i punti chiave nei cicli, a lungo termine, dell'economia occidentale dipendono, in modo significativo, dall'attività solare.

L'interdipendenza cosmica e l'ambiente spaziale sono espressi dalla struttura e dai movimenti d’energia, materia ed informazione, e tali movimenti si trovano nel cosmo, (quasi) idealmente sincronizzati. Nikola Tesla ha affermato ciò e qualcos'altro, che dovrebbe costringere tutti gli uomini a pensare: "Allo stato attuale dello sviluppo umano, dove non c'è la consapevolezza degli eventi storici e delle loro cause cosmologiche, incidenti occasionali sono ancora naturali. Anche se, la più dura battaglia, continuerà ad essere, tra l’Oriente e l’Occidente ".

Nikola Tesla ha scritto, in un articolo pubblicato sul quotidiano "The Sun”, a New York, il 20 dicembre 1914, dal titolo: “La scienza e le invenzioni sono grandi forze, che provocheranno guerre” (Science and the Discovery are the great Forces which whill lead to the Consummation of the War”). L’umanità, all'inizio del 21° secolo, testimonia la predetta profezia, il sogno, la previsione o la valutazione di Nikola Tesla.

Infatti, anche gli strumenti del “grande fratello”, fanno notare che il cervello dell'uomo è connesso ai cicli cosmici. La CIA ha annunciato d’aver appreso dalle sue fonti, che i russi sono convinti che, con l’aiuto dell’osservazione paranormale, si possono scoprire tutti i segreti dell'Occidente.  Un uomo che può vedere e sentire cose ed eventi, da un altro tempo e spazio, è una spia ideale.  

La Defense Intelligence Agency ,degli Stati Uniti, ha messo in circolazione un rapporto intitolato: “Controllo dell’azione del nemico: l’URSS", in cui si prevede che i sovietici, con l'aiuto delle ricerche sulle capacità paranormale, saranno in grado di scoprire il contenuto dei documenti più segreti, il movimento delle truppe e  delle navi, l'ubicazione delle basi militari ed il pensiero del generale e/o del colonnello. L’affermazione, più strana, era che, forse, saranno in grado di uccidere persone o di far schiantare un aereo a lungo raggio. Come conferma, di queste note, possono essere utili, due libri scientifici americani (J. Shnabel, Remote Viewers: The Secret History of America’s Psychic Spies, New York, Dell, 1997, p.p 94–95. i Mctaggart, Lynne, The Field: The Quest for the Secret Force of the Universe, HarperColins, Scranton, Pennsylvania, USA, 2002, p.p 162).      

I dati, sul potere delle emozioni e dei pensieri, sono frequenti, in proporzione del grado di studio del cervello, della mente, della psiche, dell’emozioni e dei pensieri. La ricerca è stata fatta, anche, nelle società NeuroSky e CyberLearning. I loro maestri hanno realizzato un prototipo del cerchio, dotato di sensori di tipo speciale, posizionati sulla testa. Quando, uno di questi anelli s’inserisce sulla testa dell’autista di un camion, alla sede centrale di spedizione della sua azienda, sui monitor dei computer, è possibile registrare il suo stato mentale, in tempo reale. I proprietari e i responsabili possono conoscere, per tutto il tempo, dove si trova in quel preciso momento, il veicolo, se il conducente è sonnolente, stanco, sobrio, di buon umore od arrabbiato ...  

Lo stesso sistema che “caccia” ed emette onde del cervello, aumenta le opportunità ed arricchisce il contenuto dei giochi sui PC.  I rivali, nei giochi interattivi, possono pensare di competere, creare nuovi ambienti virtuali e superare, con la astuzia, le situazioni appena create. Nikola Tesla ha anche affermato che non c'è la memoria, nel senso classico e che l'informazione si "sfida" da potenti associazioni visive, riflessive e linguistiche. E la capacità del cervello, che attraverso i sensi, nel mondo reale della percezione "traduce" un certo numero di frequenze dall'ambiente (vibrazioni luminose, acustiche, termiche e fisiche), ed è più logico, se il cervello è un ologramma. In tal caso, è del tutto naturale che il Prof. Larissa Fotina propone il trattamento di cura, con i pensieri, e, perché, sempre più di frequente, s’usano i trattamenti di cura controversi, come la visualizzazione.

Sempre, più scienziati credono che la realtà dell’immagine non sia altro che la vera "realtà".  Ed ecco, l’inevitabile, contemporaneo, Nikola Tesla, poiché questi atteggiamenti ricordano il suo modo di pensare. Ha creato i modelli nel pensiero, che erano ugualmente “funzionanti", prima e dopo la loro realizzazione. Ciò che sembra realistico, ricorda una tela ruvida dell’immagini autoriali, che vuole la gente.  

Le persone sono maghi. Tutto è possibile, dalla piegatura del cucchiaio, alla forza della volontà, che è la base del pensiero, fino al pensiero di auto-guarigione.

 

Pin It

Partner jooble

Partner jobsora