SCUOLA SCIENTIFICA TESLIANA DI NATUROPATIA OLISTICA

Resto a casa con la febbre dell'oro - racconto - parte 6

Autore: Sladjana

Martedì

Ore 09:27

La terra.

Quanti segreti ha questa terra?

Sto scavando e, con le mani, tocco le zolle.

E’ incredibile, come mi riempia d’energia e non mi fa sentire la stanchezza.

Scavare la terra non è una vergogna, non è una fatica, si sviluppano i nostri sensi.

Più siamo a contatto con la terra, più si sviluppano i nostri sensi.

Se siamo in contatto con la terra, combatteremo ogni malattia. Dobbiamo sentirla, sia con le mani che a i piedi nudi.

Perché tutto questo rumore?

Tale rumore non è della terra, ma dell’uomo.

Rumore inutile, troppo inutile.

All’interno del scavo, ancora non si vede niente, solo alcuni pezzi di qualche recipiente.

Non mi dicono niente.

Forse, il tesoro è stato già preso?

Inizio da accusare la stanchezza, non di scavare, ma del mondo.

Questo è mondo spaventoso.

Un mondo d’orrore.

La terra è magica.

Tutti a correre, a fuggire.

Fuggire dove?

Ora, tutti siamo fermi.

Si aspetta.

Tutti sono in ansia.

Domani è un altro giorno.

Il domani, sta diventando la nostra speranza.

Affermano che passerà, e non ci ricorderemo di niente.

Tutto sarà dimenticato.

Di nuovo, ritorneremo alle nostre routine.

Tutti ritorneremo a correre e fuggire.

E’ giusto così.

Continueremo a camminare, su questa terra, senza accorgerci di niente.

Vivremo di giorno in giorno.

Solo, che il domani non sarà più la nostra speranza, ma solo un altro giorno.

Poi, verrà un altro giorno e ci sarà un nuovo scenario.

Un nuovo film, che ci riprende in diretta.

Tutti attori o statisti.

Signori e Signore, questo è il nostro mondo!

Scavo questa terra, scavo con la rabbia.

Percepisco delle vibrazioni.

Sicuramente, provengono dall’energia della terra.

Mi piace.

Mi fermo.

Per oggi, basta.

Domani è un altro giorno.

Domani è una nuova speranza.

Continua

Pin It

Partner jooble

Partner jobsora

Articoli da consultare