SCUOLA SCIENTIFICA TESLIANA DI NATUROPATIA OLISTICA

La Giada appartiene al maschile - yang, e quindi verso il cielo.

La giada è uno dei simboli sacri della Cina antica. La Giada è considerata il centro di forza cosmica, di energia, di potenza, e’ associata al simbolo di perfezione ed a varie virtù (l'umanità, la giustizia, la sincerità, la saggezza, ecc.) Nel confucianesimo, il capo della gerarchia celeste fu chiamato Yu Huang – imperatore di Giada. Associato all' imperatore, il sigillo di giada, era un segno di fiducia del Cielo (Tian Ming), ed un simbolo della natura divina del potere imperiale, direttamente imposta dalla volontà del cielo. Nel Taoismo la giada ha un posto speciale tra i mineraliLa Giada appartiene al maschile - yang, e quindi verso il cielo. Per questo motivo si riteneva che proteggesse il corpo dalla decomposizione, dando la vita eterna, era stata usata nelle alchimie taoiste per ottenere l'elisir dell'immortalità. Secondo la leggenda taoista, la fonte di Giada  è la dimora degli immortali, il paradiso terrestre.

Inoltre, come riferimento di elemento "puro", la giada era stata usata nei riti di purificazione. Era stata ampiamente utilizzata nel simbolismo rituale della Cina e sue sfumature che vanno dal colore panna al verde scuro, rendono un’ulteriore generale simbolica connotazione del minerale.
Il genere tutte le pietre di giada sono considerate guaritrici, custodi e protettrici.
Il colore della giada varia dal grigio al verde erba, può essere anche giallo, blu e nero. L'intensità del colore varia a seconda del contenuto della composizione minerale di ossidi di ferro.

 

La storia, il simbolo e il significato della pietra giada

La pietra più importante è la giada bianca. Bianca e gialla è una giada molto rara. Giada dei guerrieri di pietra. La giada è associata a Venere, a Saturno e alla Luna. Di tutti i segni zodiacali giada è la più adatta all’ Aquario, capace di una trasformazione trascendentale. Al Capricorno è più adatta la giada verde. Alla Bilancia va bene la giada bianca. La Giada rossa-marrone è associata al segno della Vergine, la giada gialla  è associata ai segni d'acqua. Per i segni di fuoco è adatta la giada rossa. La giada blu non è associata ad alcun segno.
La Giada in spagnolo significa “Pietra dei lombi" - Il fatto che questa pietra ha una consistenza e una durezza incredibile e mantiene il calore molto a lungo. Quando si riscalda si può utilizzare come una piastra elettrica.

piastra-viola


I raggi di Giada sono utili particolarmente per le malattie renali. Se viene indossata per un anno, il dolore cronico e gli altri sintomi scompaiono completamente. Gli Aztechi credevano che la giada fosse un talismano sacro che non solo proteggeva dal male, ma permetteva anche di comunicare in modo sicuro con gli spiriti.
La giada era anche considerata una pietra di amore eterno. La giada butterfly è una garanzia di eterna felicità in amore. Con la Giada era scolpito il trono dell'imperatore della Cina, un anello di giada era rappresentato come un simbolo di prestigio. Con la polvere di giada  sono state trattate molte malattie in Cina.

In Asia centrale, la chiusura della tomba di Tamerlano era fatta di giada verde e nera, si credeva che teneva al riparo dalla profanazione. Giada si scolpisce con difficoltà, l'acido non le fa alcun effetto, ha una forza di rottura e non è suscettibile di abrasione. In un’arca di una delle fabbriche Krupp in Germania, hanno tentato di battere con il martello su di un’ incudine un granulo di giada, il risultato è stato che sotto i colpi del martello incudine si era rotta in pezzi, mentre il granulo era rimasto intatto. Il sottile intreccio delle fibre di Giade sono due volte più forti dell'acciaio. I popoli primitivi fabbricarono con le giada i coltelli, l’asce, le punte delle freccie e delle lance. In Cina, la giada era stata considerata la pietra nazionale ed era così preziosa che da questa pietra si producevano tavole di giada che circolavano insieme alle monete. Un paio di lastre di giada erano il passaporto per gli inviati dell'imperatore. Soprattutto la giada verde smeraldo aveva un grande valore.

La giada è sempre stata considerata calda e piacevole al tatto. Le sue proprietà medicinali: Giada bianca diminuisce le coliche renali dolore al fegato. La giada rossa regola il battito cardiaco. Possiede proprietà mistiche: la giada da forza, dà  longevità, indossata come un talismano allontana sfortuna e sventura, aiuta le persone che sono singole. Blu o verde giada sconfigge il male nell'uomo, lo rende migliore. Ha un potere forte.Contribuisce ad un cambiamento felice, rimuove la situazione di stallo. La  giada  è una pietra sacra dell'antica Cina e di altri stati orientali, ed è sempre stata utilizzata nel trattamento di varie malattie, protegge dai fulmini e invitava i loro possessori ad essere fedeli. La Giada come "indicatore" del comportamento - se diventa torbida e quindi scura,  è un’ accusa di peccati.

 

Consulta altri articoli la storia, il significato e il simbolo di pietre preziose:

Lo spinello - favorisce l’amore, il guadagno di denaro, portafortuna

I gioielli di zircone, già dai tempi antichi, erano utilizzati come talismani che favorivano gli accordi commerciali.

In Tibet, i monaci nella cura delle ferite, sulle lesioni applicavano sfere di cristallo. La luce del sole attraversava la pietra, guarendo in tal modo le lesioni.

Crisoberillo - indicato per le persone in cerca di matrimonio, riuscendo soprattutto ad attrarre potenziali spose e sposi.

Turchese - In Tibet nessuna pietra è stata considerata una divinità tranne il turchese. Una famosa famiglia tibetana ebbe persino il suo cognome come "tetto turchese”, ritenendo che avrebbe portato fortuna.

Smeraldo - Di tutte le pietre preziose la regina Cleopatra considerava il solo smeraldo degno della sua bellezza. E per riavvicinare la sua immagine a questa pietra la fece scolpire su di uno smeraldo.

Ametista - Secondo la mitologia greca, la pietra prende il nome dalla ninfa Ametis. Inseguita da Dioniso, la ninfa chiese  aiuto alla dea Artemide, e lei la trasformò in pietra, ametista, per frenare l’estasi del dio del vino.

Rubino - Gli Indiani consideravano il rubino  la pietra sacra, pochissimi indiani avevano il coraggio di venderlo.

Zaffiro - Gli antichi persiani credevano che l'azzurro del cielo fosse venuto da uno zaffiro gigante, su cui poggiava la terra.

Pin It

Partner jooble