particelletesla

Share

L’ultima più grande scoperta degli scienziati del CERN e': esistono le particelle nell'universo che sono più veloci della luce.

Questa scoperta e' contraria alla legge di Einstein e la sua teoria di relatività.

Ho trovato un’intervista rilasciata dallo scienziato serbo Nikola Tesla, inventore dell’energia elettrica moderna e molto altro, ad un giornalista americano di una nota rivista: "Immortalità".
Nikola Tesla cent'anni fa era giunto a questa teoria, che viene divulgata solo oggi, ma che probabilmente era conosciuta già nel 1900; infatti, Lui scriveva, in delle lettere inviate ad Einstein che la teoria della relatività era sbagliata.

Tesla conferma che la teoria di relativita' di Einstein e' sbagliata

 

GIORNALISTA:

Le persone che La stimano criticano il suo attacco su Albert Einstein e sulla sua teoria della Relatività. E' strana la sua affermazione che la materia non ha energia. Tutto è intriso di energia, da dove proviene?

TESLA: Prima era energia, poi materia.

GIORNALISTA:
Mr. Tesla, sarebbe come dire che lei ha generato suo padre non lui a lei.

TESLA:

Si funziona proprio cosi dalla nascita dell'universo. La materia è creata dall'energia primaria ed eterna, che noi conosciamo come luce. Ha brillato, e sono nate le stelle, i pianeti, l'uomo e tutto ciò che c'e' sulla terra e nell'universo. La materia è l'espressione di infinite forme di luce, perché l'energia è più vecchia di lei. Ci sono quattro leggi sulla Creazione. La prima che la fonte di tutto sta nell’incompreso, la particella oscura che la mente non può concepire, o matematicamente misurare; in questa particella entra tutto l'universo. La seconda legge e' la diffusione dell’oscurità che è la vera natura della luce, dall'incompreso e la sua trasformazione nella luce. La terza legge è necessità della luce di diventare materia. La quarta legge è: senza inizio e senza fine; le tre leggi precedenti ci sono sempre e la creazione è eterna.

GIORNALISTA:
La sua ostilità verso la teoria della Relatività, la porta al punto di sacrificare anche la festa del suo compleanno, durante la quale tiene conferenze contro il suo creatore.

TESLA:
Ricorda che lo spazio non è curvo, ma è la mente dell'uomo che non recepisce l'infinito e l'eternità! Se al creatore della relatività questo fosse chiaro, otterrebbe l'immortalità anche fisica, se questa e' la sua volontà. La prova che la sua teoria è non corretta, e' come il suono del violino, ascoltato in casa per svago e consolazione, insieme a incompetenti e profani come lui!

GIORNALISTA:
E' veramente ingiusto con lui, signor Tesla! Ma voi non avete la poesia come svago e consolazione! In America lei e' arrivato con un bagaglio sotto il braccio, nel quale, per vostra stessa dichiarazione, il volume più prezioso era il quaderno con le poesie.

TESLA:
La musicalità dei versi sono le parole, e il signor Einstein ha osato toccare la musica. Questo e' un vero crimine. Se la sua teoria fosse corretta, sarebbe diventato un grande musicista come Handel o Gluck.

GIORNALISTA:
Mi scusi, nemmeno lei è musicista, però sostiene che la sua teoria e' corretta.

TESLA:
Io sono una parte della Luce e lei e' la musica. La luce riempia i miei sei sensi: io la vedo, la sento, la tocco, la odoro, sento il suo profumo e penso. Pensare e' un sesto senso per me. Le particelle di luce sono delle note scritte. Un fulmine può essere un’intera sonata composta per uno o più strumenti. Un migliaio di fulmini e' uno spettacolo. Per questo concerto sono creati fulmini globulari, che si sentono sulle cime ghiacciate dell'Himalaya.

GIORNALISTA:
Ancora non capisco perché siete così ostile verso Einstein.

TESLA:
Lui ha peccato su Pitagora e la matematica, uno scienziato su questi due non può e non deve peccare. I numeri e le equazioni sono segni di marcatura della musica della sfera. Se Einstein avesse sentito questo suono, non avrebbe creato la teoria della relatività. Questi suoni sono un messaggio per ricordare che la vita ha un senso, che nell’universo esiste una perfetta armonia e che la bellezza è una causa ed effetto della creazione. Questa musica è un eterno giro delle altezze celesti. La più piccola stella e' una composizione finita, ed anche una parte della sinfonia celestiale. Il battito del cuore umano fanno parte della sinfonia della Terra. Newton aveva capito che il segreto del modello geometricamente regolare e' il movimento dei corpi celesti. Egli ha riconosciuto che l'armonia e' la legge suprema nell'universo. Lo spazio curvo è caos, il caos non è musica. Albert Einstein è un messaggero del tempo confuso e agitato.

GIORNALISTA:
Sig. Tesla, Lei sente questa musica?

TESLA:
Si la sento sempre. Il mio orecchio spirituale è grande come il cielo che vediamo sopra di noi. Il mio orecchio naturale è ampliato con il radar. Secondo la teoria della relatività due linee parallele si incontreranno all'infinito.  Questo è come dire che la curva di Einstein diventerà lineare. Una volta creato, il suono dura per sempre. Per un uomo può dissolversi, ma continua a vivere nel silenzio che è il suo più grande potere. No, non ho nulla contro Einstein. Lui è un uomo gentile e ha fatto alcune cose buone, alcune delle quali entreranno a far parte della Musica. Io gli scriverò e cercherò di spiegargli che l’Etere esiste, e che le sue particelle sono ciò che mantiene l'universo in armonia e in vita nell'eternità.

Dalla rivista: "Bulletin of Immortality" 

Traduzione a cura di Sladjana Stojkovic

piastra-viola-banner

 

Pin It

Partner jooble

Partner jobsora

Articoli da consultare