SCUOLA SCIENTIFICA TESLIANA DI NATUROPATIA OLISTICA

tesla-mano-energia

MISTERO TESLA: Tesla ha comunicato con gli alieni o…

I teorici della cospirazione pensano che Tesla abbia ottenuto le sue invenzioni da una civiltà aliena.  Era questa la ragione principale, per cui, ogni passo di Tesla, era seguito dall'élite dominante? Vale a dire, molti dei dispositivi ed anche dispositivi, che usiamo oggi, contengono brevetti, idee e concetti di Tesla. Molte persone ignorano che Tesla è dietro queste invenzioni. Tuttavia, il suo nome, raramente, è menzionato nei libri di testo. Il suo intelletto era, spesso, troppo sia per la gente comune e sia per l’élite della società. Ad iniziare dai banchieri, come JP Morgan, ai politici, agli scienziati gelosi ed altri, avevano l'obiettivo non solo di fermare Tesla sulla strada intrapresa, quella di voler donare le sue invenzioni all'umanità, ma, anche, trafugare, di nascosto, quelle stesse invenzioni.

Vale a dire, le ricerche di Tesla erano una minaccia, per ciò che l'umanità era autorizzata a conoscere, von il benestare del potere dominante. C’era, forse, qualcos'altro di nascosto su Tesla, che rappresentava una minaccia ancora più grande?      

- La nascita di Tesla è menzionata in molte storie, specialmente nei Balcani.   Tesla, nacque il 10 luglio 1856, in un villaggio, che faceva parte dell'Impero austro-ungarico, nella Croazia di oggi. Al di fuori della casa ove nacque, ci fu un terribile tuono, l’ostetrica ne fu molto spaventata, ma la madre di Tesla le disse di non aver paura, poiché suo figlio sarebbe diventato una persona molto importante. Quando l'ostetrica spaventata si tranquillizzò, chiese alla madre di Tesla, come faceva a sapere, che il suo bambino sarebbe diventato una persona importante. Lei rispose che non sapeva perché, ma semplicemente che lo sapeva.      

La nascita di Tesla è molto interessante, poiché, in seguito, ha letteralmente giocato con il tuono, nei suoi esperimenti, come, in circostanze simili, era nato. Poiché, sua madre sapeva che sarebbe stato una persona importante, Tesla, semplicemente, sapeva cosa fare, immaginando, nella mente, i dispositivi, prima di sperimentarli. Un'altra cosa, che s’interseca è che suo padre era un prete ortodosso serbo, mentre suo figlio era all’opposto, in merito al comprendere dell'universo.    

A coloro, che credono ai vari seguaci di Tesla, che Tesla era un alieno reincarnato in questo mondo, si pone la domanda: perché ha scelto una famiglia serba, proprio quella regione e perché una tempesta era in corso, al momento della sua nascita.  Ma tralasciamo questo per considerazione.      

I fatti sono seguenti:    

Il periodo, in cui Tesla nacque, coincide con la vecchia profezia dello Zohar di aprire le porte della saggezza sulla Terra. È interessante notare che Albert Einstein è nato in quell'epoca.

Probabilmente, una delle più famose citazioni di Tesla, sulla comunicazione con altri regni è: “Il mio cervello è solo un ricevitore. C'è un nucleo nell’universo, dal quale acquisiamo conoscenza, forza ed ispirazione. Non sono ancora giunto al mistero del nucleo, ma so che esiste”. Ha, forse, cercato di nascondere la comunicazione con la razza aliena?  È possibile, ma è anche possibile che abbia fatto qualcosa che facevano Leonardo Da Vinci ed Albert Einstein - comunicare con altri reami.

Un'altra citazione è molto interessante: “Il mio metodo è diverso. Non ho fretta di lavorare. Quando mi viene un'idea, inizio a costruirla con la mia immaginazione, apportando miglioramenti e gestendo il dispositivo nella mia testa”. “Quando riesco a dare forma, a tutto ciò che implica la mia invenzione, quando la miglioro, in tutti i suoi aspetti, che posso immaginare e quando non vedo, più alcuna debolezza, creo  il prodotto finale del mio cervello”. È possibile, che Tesla abbia potuto fare ciò, perché ha comunicato con gli alieni, altri reami o “nucleo", come li ha chiamati.

tesla-dio

Segnali elettrici intelligenti dall'universo

Nikola Tesla realizzò un laboratorio a Colorado Springs, in Colorado, nel 1899, per sperimentare la corrente ad alta frequenza ed altri fenomeni. In quel laboratorio, ha ricevuto e registrato onde radio cosmiche, sui suoi sensibili strumenti. Tesla disse che, aveva ricevuto segnali radio alieni. La comunità scientifica non gli credette, nel 1899, poiché a quel tempo, non vi era alcuna conoscenza dei segnali radio cosmici. Ecco cosa disseTesla, a proposito dei segnali:

“Non dimenticherò mai, il primo sentimento che ho provato, quando ho capito di aver assistito a qualcosa che avrebbe potuto avere innumerevoli conseguenze per l'umanità. Mi sembrava di presentare la nascita di nuove conoscenze o di scoprire la grande verità. Le mie prime osservazioni, mi fecero eccitare, poiché c'era qualcosa di misterioso in esse, per non dire di soprannaturale, ed io ero da solo nel laboratorio, nel cuore della notte; tuttavia, al momento, non pensavo all'idea di segnali controllati, in modo intelligente. I disturbi che osservavo erano periodici ed in un ordine, così chiaro, che non riuscivo a collegarli con qualche causa nota. Naturalmente, ero consapevole dei disturbi elettrici prodotti dal sole, dall'aurora boreale e dalle correnti terrestri, ed ero certo che i disturbi non provenissero da queste cause note. La natura dei miei esperimenti, escludeva la possibilità che l'atmosfera producesse disturbi, come alcuni si sono affrettati ad affermare. Solo più tardi, ho ripensato, che i disturbi che osservavo avrebbero potuto stimolare il controllo intelligente. Sebbene, in quel momento, non potessi decifrare il loro significato, non potevo credere che fossero del tutto casuali. Ho avuto la costante sensazione, di essere stato il primo, a sentire un saluto da un altro pianeta. C'era uno scopo dietro questi segnali”?

Tesla dichiarò, apertamente, che sarebbe potuto essere il primo, a sentire un saluto da un altro pianeta. Qui, Tesla fece un passo in più e sostituì il "nucleo" originale, con la vita aliena. La persona con una mente aperta, ovviamente, non ha bisogno di una spiegazione più chiara. A quel tempo, Marte era considerato il luogo perfetto per la vita intelligente, da parte di eminenti scienziati, quindi, Tesla pensò che i segnali provenissero proprio da questo pianeta. In seguito, cambiò idea, quando divenne più abile, nel tradurre segnali misteriosi. Sul finire della sua vita, Tesla sviluppò diverse invenzioni che avrebbero potuto inviare potenti quantità d’energia verso altri pianeti. “I segnali sono troppo forti, per attraversare una grande distanza, così come quella tra Marte e la Terra”, scrisse Tesla. “Ecco, perché sono costretto, ad ammettere che la fonte deve essere proveniente da qualche altra parte dell'universo, potrebbe anche essere dalla Luna. Ma, sono sicuro che gli esseri, che comunicano tra loro, non vengono da Marte ogni notte, né da nessun altro pianeta nel nostro sistema solare”. Tesla ha affermato che stava vivendo una specie d’ondata di luce, prima di avere delle idee. Non ha mai detto che le immagini, nella sua mente, erano olografiche, ma, alcuni ricercatori sostengono che ciò era, esattamente, quello che stava accadendo nella sua mente. È possibile, che ciò fosse qualcosa di simile a quello che i computer fanno oggi, quando creano modelli, li ruotano ed analizzano tutte le possibilità, per svolgere il compito.

Tesla, nelle sue lettere, raccontò agli amici, di segnali misteriosi. Era convinto che fosse in comunicazione con gli alieni. Tesla, all'epoca, non era molto popolare ed i giornali lo prendevano in giro, per il fatto che affermava di avere contatti qualche tipo d’intelligenza dall'universo. Ciò che i giornali scrissero fu, certamente, ordinato da qualcuno che non voleva, che Tesla riuscisse nella sua intenzione. Quale miglior modo per denigrarlo, che dire che era uno scienziato pazzo, che pensava di comunicare con gli alieni? Dal momento che, una cosa del genere può passare oggi, poteva passare anche allora.  

tesla-alieni

La prima energia pulita

Quando parliamo di Tesla, non dobbiamo mai dimenticare la torre Vordenklif, situata a Long Island, New York. La torre era alta 5,6 metri. Tesla aveva l'intenzione di realizzare diversi punti di trasmissione wireless, su tutta la Terra. Tesla voleva spostare, in modalità wireless, l'energia da una torre all'altra. Non stiamo parlando della tecnologia wireless utilizzata oggi. Era energia pura, di natura interplanetaria. I ricercatori del MIT sono riusciti a trasferire energia, solo cento anni dopo Tesla, ad una distanza molto più breve. È difficile credere che, gli scienziati abbiano impiegato così tanto tempo per raggiungere Tesla, in una certa misura. Tesla voleva dare energia libera all'umanità, ma la torre fu demolita nel 1908. JP Morgan è stato il fondatore del progetto, che ha fatto di tutto per fermare Tesla, quando ha scoperto le sue intenzioni. Possiamo provare che Tesla ha avuto contatti gli alieni? Guardando, più da vicino, ciò  che Tesla ha fatto, ha detto e creato, possiamo, almeno affermare, che ha avuto la capacità di comunicare con una sorta di “nucleo", di cui stava parlando. La sua vita era piuttosto drammatica, piena di storie di fantascienza, coincidenze, molti eventi interessanti.

Ma, è la prova che Tesla abbia contattato gli alieni?

Se, accettiamo il fatto che, viviamo nella parte visibile della luce, della piccola frazione che chiamiamo universo, possiamo anche accettare la nostra realtà, come proiezione delle nostre menti. La dimostrazione è solo nel regno fisico, ma, Tesla non era limitato dalla luce visibile. Il suo intelletto può, quasi certamente, essere attribuito alla sua comunicazione con altri regni, e possibilmente extraterrestri. Tesla era lo scienziato più brillante che abbia mai camminato sulla Terra, e non aveva paura di dire che credeva nella spiritosaggine. Era uno scienziato spirituale, che ha interagito con altri regni, e forse con gli alieni, lasciando dietro di sé un’eredità, degna d’ammirazione, nella vera storia dell’umanità. Proprio, perché ha comunicato con gli alieni, non ha ricevuto il Premio Nobel, che, certamente, avrebbe meritato!

 

Pin It

Partner jooble