SCUOLA SCIENTIFICA TESLIANA DI NATUROPATIA OLISTICA

Contorno di ottima digeribilità e buon valore nutritivo, specie se non si tralascia l'aggiunta abbondante di prezzemolo. Trattandosi di carotte novelle, ben tenere, permesso anche nei regimi per colitici. Dimuniendo il quantitativo di burro, può essere anche consentito, in debita proporzione, agli obesi.

Dosi per 4 persone:

500 grammi di carote
50-60 grammi di burro
1/2 cucchiaio di farina
zucchero
sugo di limone
sale


1. Spuntare e lavare le carote; affettarle non troppo sottili.
2. Stemperare la farina, sul fondo di una casseruola, con poca acqua fredda quanta ne occore per coprire a filo. Mescolare.
3. Portare a bollore a calore vivace, diminuire la fiamma e continuare la cottura a calore dolce, mescolando ogni tanto, per 20-30 minuti o finchè le carote sono tenere.
4. In fine cottura, se necessario, ridurre il fondo di cottura a calore più vivace.
5. Fuori dal fuoco unire sugo di limone a piacere e il burro crudo. Mescolare finchè è sciolto, servire.

Se piace, cospargere, fuori del fuoco, con prezzemolo tritato.

Il burro si può sostituire con 3-5 cucchiai di panna liquida. Aggiungerla prima di togliere dal fuoco; lasciarla scaldare senza bollire.


Carote con cognac

Vedi quanto detto alla ricetta precedente.

Come alla ricetta precedente, sostituendo il sugo di limone con 2 cucchiai di cognac scaldato a parte in un mestolino e infiammato.

Carote alla cannella

Vedi quanto detto alle ricette precedenti. La cannella infatti non incontra alcuna controindicazione dietetica.
Come alle ricette precedenti, aggiungendo, al punto 2, anche un pizzico di cannella in polvere.

Non usare il prezzemolo tritato.

Da "Il libro del mangiar sano" di Renzo Lucchesi e Elena Spagnol pubblicato da Oscar Mondadori nel 1978.

 

Pin It

Partner jooble

Partner jobsora

Articoli da consultare