SCUOLA SCIENTIFICA TESLIANA DI NATUROPATIA OLISTICA

LA SALUTE DELL’OCCHIO  

La salute dell'occhio dipende, in gran parte, dal sangue e dal flusso sanguigno stesso; inoltre, è fortemente influenzato dal pensiero. Quando i pensieri sono normali, cioè quando non sono occupati da eccitazione o da sforzi, la circolazione del sangue attraverso il cervello è normale, il flusso del sangue al nervo ottico e ai centri di visione è normale e la visione è normale.  Quando il pensiero è anormale, il flusso sanguigno è disturbato. C'è un cambiamento nel flusso sanguigno del nervo ottico nei centri di visione,  pertanto, anche, la visione è più debole.

Nessun sforzo può farci vedere, ma se impariamo a controllare i nostri pensieri, raggiungeremo, indirettamente, l'obiettivo. Indipendentemente dal grado e dall'entità dell'errore di rifrazione, tale condizione viene eliminata nel momento in cui la persona raggiunge il controllo mentale. In una frazione di secondo, l'errore di rifrazione più elevato può essere corretto. Se, il rilassamento è solo mentale, la correzione della vista è immediata, ma quando diventa permanente, la correzione della vista diventa permanente.

Tuttavia, è fondamentale capire che questo rilassamento non può essere raggiunto da nessuna forma di sforzo.  Finché una persona pensa, consciamente o inconsciamente, che il sollievo dallo sforzo può essere raggiunto, attraverso qualche altro sforzo, il miglioramento sarà ritardato.    

Il piano per prevenire ed invertire il disturbo della vista sembra molto semplice: una corretta alimentazione, acqua, fare esercizi del Dr. Bates, esercizio fisico o camminata, luce solare, eliminazione di cibi raffinati, zucchero, alcool, fumo, caffè e altre bevande contenenti caffeina, respirare l'aria , praticare adeguato riposo, al momento giusto, durante la notte; ciò significa andare a dormire alle 21:30, eliminare lo stress dalla nostra vita ed essere sempre determinati a muoverci. Non esiste una tecnologia avanzata in tutto ciò.

DEGENERAZIONE MACULARE    

È definita come perdita progressiva della vista, derivante dalla degenerazione maculare dell'occhio.  La macula dell'occhio è una parte della retina responsabile della nostra vista. La degenerazione maculare è una delle principali cause della perdita della vista, in America ed in Europa, nelle persone d’età superiore ai 55 anni. Questa malattia attacca il centro della retina e porta ad una perdita della visione centrale, mentre la visione periferica viene mantenuta, per qualche tempo, durante la progressione della malattia.  Questa degenerazione è una delle principali cause della cecità completa negli anziani. Quali sono le cause di questa malattia? Le malattie non cadono dal cielo.

Le provochiamo noi stessi, per il modo in cui mangiamo e viviamo, ogni giorno. E, qui ci sono le cause:

il primo è lo zucchero raffinato,

il secondo è l'alcool,

il terzo è il fumo, poi i grassi e gli oli, che vengono cotti o lavorati, in alimenti che contengono vitamine A, D, E e zinco; le carenze di queste sostanze causano danni dovuti ai radicali liberi.  

La sesta causa è l’ipertensione, quale principale fattore di rischio per questa malattia.

Il settimo è OGM ed i dolcificanti, presenti negli alimenti, noti come eccitone - tossine, oltre ad altri prodotti chimici trasformati, utilizzati negli alimenti nel campo della ristorazione. 

L'ottava causa è la disidratazione, che comporta la mancanza d’acqua ed il bere alcolici, caffè e bevande contenenti caffeina.  

La nona causa è lo stress.

Pertanto, la domanda è: come si può prevenire od invertire la degenerazione maculare?

Joanna Sedan, principale ricercatrice di questo progetto, ha recentemente scritto un articolo sulla rivista pubblicata dall’associazione americana per gli operatori medici. È un chirurgo di Boston nella clinica, per gli occhi e l’orecchio, presso lo stato del  Massachusetts.  La dottoressa afferma, che se bevessimo succo di verdure a foglia verde scuro, come per esempio spinaci e verdure simili, una volta alla settimana, avremo ridotto il rischio fino al 43% della degenerazione maculare. Allora, immaginate il vantaggio di mangiare, ogni giorno, verdure a foglia verde scuro. Esistono prove, che gli ingredienti che aiutano gli occhi si trovano nel cavolo, nelle patate dolci, nel cavolfiore, nella zucca.              

È interessante notare, che lo stesso studio suggerisce che gli integratori alimentari, sotto forma di vitamine A, C ed E, non riducono il rischio di questa malattia. I nutrienti devono provenire da alimenti naturali e dovrebbero essere consumati nella loro forma naturale.  

Un articolo del 2001, sull'American Journal of Clinical Nutrition, affermava che, il primo passo, nella prevenzione e nel trattamento della degenerazione maculare è quello di mangiare cibi a basso contenuto di grassi ed a basso contenuto di colesterolo. Le persone che mangiano più grassi hanno il 50% in più di probabilità di subire  la degenerazione maculare, rispetto a coloro che consumano una minima quantità di grasso.  

Un altro studio ha scoperto che le persone che consumano cibi saturi di grassi, in particolare i grassi presenti nella carne, nei latticini, nel pesce e nelle uova, hanno l'80%  di probabilità in più di subire una degenerazione maculare.

Uno studio, su 60 pazienti affetti da degenerazione maculare e disturbi simili, mostra che una dieta povera di grassi e colesterolo, migliora la vista, dal 5% al ​​25%, in un solo mese.    

Il secondo passo è arricchire la dieta con frutta e verdura, in particolare arance e verdure verde scuro.  Questi alimenti sono, estremamente, ricchi di antiossidanti, che possono ridurre il rischio di degenerazione maculare, fino al 40%.

Gli alimenti che contengono tali nutrienti e le vitamine, che salvano i nostri occhi, sono la vitamina A, che si trova nelle verdure a foglia verde scuro, come spinaci e nelle verdure arancioni, come zucca e carote.  

La vitamina C si trova nei kiwi, papaia, germogli, patate, arance e fragole.  

La vitamina E si trova nelle verdure a foglia verde scuro, cereali integrali, noci, mandorle, noccioline e legumi.    

Il coenzima Q si trova nei spinaci.    

Il selenio si trova nei germogli, aglio e semi di girasole.  

Lo zinco si trova nei fagioli, cereali, semi di ortaggi e noci.

Omega 3, acido chiave, si trova nei semi di lino, nell'olio di semi di lino e nella maggior parte degli altri alimenti vegetali non raffinati.

Tale dieta, così come bere acqua, camminare all'aria aperta ed al sole, dormire, al momento giusto, della notte, affrontare lo stress, generosità e gratitudine sono misure, necessarie, per prevenire e curare la degenerazione maculare. Le medicine non curano mai la malattia. I farmaci mascherano solo i sintomi e, la malattia stessa continua a peggiorare. L'implementazione di un piano, in 10 passaggi, è l'unico modo per prevenire la malattia maculare alla radice, ovvero dieta e stile di vita.

  • Tratto dal libro: Eye see: Prevent and Reverse Eye Deseas by Lorrain Day, M.D

 

Pin It

Partner jooble

Partner jobsora