(function() { var cx = '000482480240528106050:6zvch_agk4s'; var gcse = document.createElement('script'); gcse.type = 'text/javascript'; gcse.async = true; gcse.src = (document.location.protocol == 'https:' ? 'https:' : 'http:') + '//cse.google.com/cse.js?cx=' + cx; var s = document.getElementsByTagName('script')[0]; s.parentNode.insertBefore(gcse, s); })();
Stampa

 

Intervista con Vincenzo Sciamè(pittore siciliano)

 

Sladjana: Per diventare un vero pittore cosa è necessario fare?

V.Sciamè: Bisogna avere tanto tempo a disposizione per dipingere.

Sladjana: Una mostra oggi e una mostra di molti anni fa che differenza porta nei tempi di oggi?

V.Sciamè: Molti anni fa era molto più facile organizzare una mostra personale. Non erano tutti questi vincoli che ci sono oggi.

Sladjana: Un vero artista dovrebbe pagare un gallerista per farsi organizzare una mostra?

V.Sciamè: Io non l’ho mai fatto e non sono d’accordo.

 

 

Sladjana: Qual’ è il Suo sogno nel cassetto?

V.Sciamè: Dipingere una serie di quadri di una misura grande e dopo organizzare una grande esposizione.

Sladjana: Se i quadri delle dimensioni grandi non si vendono che senso ha?

V.Sciamè: Io non dipingo per i soldi ma per amore di dipingere.

Sladjana: Secondo Lei quale è il mercato migliore per la vendità dei quadri in questo periodo?

V.Sciamè: Berlino e Londra.

Sladjana: Grazie per questa intervista.

V.Sciamè: Grazie a te.

 

 

Questo sito utilizza cookies