(function() { var cx = '000482480240528106050:6zvch_agk4s'; var gcse = document.createElement('script'); gcse.type = 'text/javascript'; gcse.async = true; gcse.src = (document.location.protocol == 'https:' ? 'https:' : 'http:') + '//cse.google.com/cse.js?cx=' + cx; var s = document.getElementsByTagName('script')[0]; s.parentNode.insertBefore(gcse, s); })();
Stampa
Categoria: SPORT E STORIA

sport-assiri

Mesopotamia - cultura fisica

 

Nelle valli dei fiumi Tigri ed Eufrate furono trovati i resti di molte civiltà antiche,  le cui tracce risalgono al 4000 A.C  Civiltà di nazioni diverse che si sono alternate nel corso dei secoli. Nei tempi antichi questa valle era stata popolata dai Sumeri, Accadi, Babilonesi, Assiri, Persiani, Greci e Romani. In un periodo successivo invece fu popolata dai mongoli, turchi e arabi.
In Mesopotamia, l'esercizio fisico aveva un carattere militare e, come tale, veniva utilizzato soprattutto per migliorare i soldati preparandoli alle battaglie o a difendere lo Stato. Altri popoli nel campo della cultura fisica che c’è da evidenziare sono Assiri e Persiani.

Gli Assiri nel corso del tempo erano diventati un potente popolo guerriero potente. Le fonti storiche  conservate  di questo periodo (tavole, disegni, sculture e scritti) parlano del grande rispetto e della perfetta organizzazione dedicata all’attività fisica nella società assiro. Dato che la maggioranza dell'esercito assiro si muoveva su cavalli e carri, gli addetti dedicavano particolare attenzione  alla cura ed allenamento dei cavalli. Il testo ritrovato scritto con scrittura cuneiforme del XIII secolo D.C spiega in dettaglio le istruzioni sulla cura, l’alimentazione  e  l’esercizio dei cavalli. Alcuni autori sostengono che queste erano istruzioni relative alla preparazione alle corse dei cavalli ed alle corse dei carri, mentre altre fonti dicono che le istruzioni erano invece preparate per  scopi bellici, e per la caccia. Nello stesso materiale era descritta lotta libera. Uno sport particolarmente popolare nella società assiro era la caccia che rappresentò una sorta di mantenimento della preparazione alla guerra. Le tavole conservate in questo periodo mostrano il re assiro su cavalli o su carri armati con arco e frecce per cacciare i leoni, che, presumibilmente, erano i trofei di caccia di maggior valore. Inoltre, erano raffigurati  dei  cacciatori, armati con la lancia, i pugnali e gli scudi. I disegni raffiguravano anche la capacità degli assiri di attraversare i fiumi o i canali a nuoto  con un carico di attrezzature militari con ausilio della bolla di pelle di un animale.
Il loro stile di nuoto ricorda lo "stile libero" di oggi. Fu ben nota anche la loro
capacità di canottaggio per trasportare carri ed altre attrezzature militari.

La scrittura cuneiforme trovata in Assiria a partire dal secolo VIII A.C, parla della corsa come una disciplina separata, mentre un’altra tavola raffigura due pugilatori assiri, a torso nudo, con le mani avvolte di cinghie di cuoio. Gli Assiri presentavano grande cura ai giochi rituali ed alle danze.

bonus benvenuto

CONSULTA ANCHE:

La storia dello sport in Cina. Le attività fisiche dei cinesi  sono coerenti con la nostra definizione dello sport  da loro praticato da 4000 anni A.C.

La storia dello sport in India. Ogni casta veniva coinvolta nelle attività fisiche, ed occupava un determinato posto e rivestiva un proprio idoneo ruolo nella società.

Sulla base dei reperti archeologici, dati registrati e disegni possiamo confermare un alto e consistente sviluppo egiziano anche nello sport.

La storia delle olimpiadi - Ai tempi antichi, si credeva che gli dei e gli eroi, oltre al santuario, avessero dato origine all'agonismo sportivo, cui essi stessi partecipavano.

Gli scavi archeologici di Olimpia - Il Santuario era dedicato al dio Zeus; In tutto il santuario si contavano  altri 69 altari dedicati alle divinità del mondo antico

Organizzazione dei giochi olimpici - L’intervallo di quattro anni, tra l’organizzazione dei giochi e i successivi, era chiamato Olimpiade e fu usato per il calcolo d’eventi storici

Colosseo -descrizione della struttura- Il Colosseo è un enorme anello alto 56 metri e formato da quattro piani, i primi tre ad arcate e l’ultimo in muratura piena.

Ma cosa accadeva veramente all'interno del Colosseo? Da sfatare è la credenza che nel Colosseo fossero uccisi i cristiani come forma di spettacolo, ciò avvenne in altre epoche ed in altri anfiteatri.

Ma chi erano i gladiatori? In realtà c’è un po’ di confusione sull’identità dei gladiatori. Spesso erano nemici di Roma divenuti prigionieri di guerra

La figura del gladiatore -  I Gladiatori (da gladio=corta spada) erano per lo più prigionieri di guerra, schiavi, liberti, criminali condannati a morte, ma anche uomini liberi

Armatura del gladiatore - il gladio fu associato sempre di più all’arma da combattimento principale di un gladiatore, ed infatti dal termine “gladio” deriva il nome “gladiatore”

Questo sito utilizza cookies