(function() { var cx = '000482480240528106050:6zvch_agk4s'; var gcse = document.createElement('script'); gcse.type = 'text/javascript'; gcse.async = true; gcse.src = (document.location.protocol == 'https:' ? 'https:' : 'http:') + '//cse.google.com/cse.js?cx=' + cx; var s = document.getElementsByTagName('script')[0]; s.parentNode.insertBefore(gcse, s); })();
Stampa
Categoria: ARTE ROM

bivaccodizingariavangogh

Share

Amati dall'arte. E chi sono? Sono gli zingari. Sono considerati dei ciarlatani, dei ladri, dei truffatori, il governo francese li vuole espellere dal paese. Però, il loro mondo e la loro cultura nomade ha ispirato i più grandi pittori della storia dell’arte. Non l’avreste mai immaginato, ma è proprio così.

Bivacco di Zingari di Van Gogh.

Nell'opera una fila di carrozzoni costituiscono una parete sospesa sul prato fiorito a segnare il limite dell'accampamento, spazio entro cui si dispongono i vari personaggi e cose, a definire un adattamento provvisorio all'ambiente.Un fuoco ardente e fumante di cucine saporite si trova nel mezzo della scena, intorno ad esso vecchi, adulti, bambini, donne, cavalli, galline, cani ed altro, si spargono qua e là in un luogo che improvvisamente si anima, dà vita ad un insediamento umano, ospitando il piccolo clan.

Immagine: Bivacco di Zingari di Van Gogh (1888, Parigi, Musée d'Orsay)

Van Gogh(biografia)

Tratto dalla tesi di Bruno Morelli: I Rom nell'arte

Consulta altri capolavori che rappresentano il mondo nomade

Innamorati gitani di Otto Muller

Il giocoliere di Parigi di Marc Chagall

Zingare con gatto di Otto Muller

Le gitane di Henri Matisse

Gitana con sigaretta di edouard manet

La buona ventura di george de la tour

La zingara di Frans Hals

La buona ventura di Valentin de Boulogne

La zingara addormentata di Henri Rousseau

Il violinista di Marc Chagall

Bohemienne di William Bouguereau

Madonna degli zingari di Tiziano Vecellio

La buona ventura di Simon Vouet

La buona ventura di Caravaggio

Tempesta di Giorgione

Questo sito utilizza cookies