(function() { var cx = '000482480240528106050:6zvch_agk4s'; var gcse = document.createElement('script'); gcse.type = 'text/javascript'; gcse.async = true; gcse.src = (document.location.protocol == 'https:' ? 'https:' : 'http:') + '//cse.google.com/cse.js?cx=' + cx; var s = document.getElementsByTagName('script')[0]; s.parentNode.insertBefore(gcse, s); })();
Stampa

giaccioLa leggenda giapponese del lago Kamego

Molto tempo fa, nei pressi del tempio di nome Hoku, si trovava un profondo lago di nome Kamego. Intorno al lago pioveva sempre e l'acqua soprattutto nel periodo estivo si innalzava fino a tal punto da inghiottire i bambini che si trovavano sulla riva.

Un giorno, quando il Dott. Osaki provò ad esaminare l'innalzamento dell'acqua ebbe l'idea di consultarsi con il sacerdote nel tempio, che  conosceva.
- Ho capito ... Leggeremo il mantra di Ringraziamento all’acqua alzata. Sicuramente ci verrà una cosa saggia da mantra e acqua ... - gli disse il prete.
Il giorno successivo, il prete si avvicinò alla riva di quel lago profondo e iniziò a leggere il mantra.
La decima notte dopo, qualcuno bussò alla porta scorrevole del tempio.

- Chi è?
Quando prete aprì la porta vidi l'acqua innalzata che si era fermata maestosamente sfavillando al chiaro di luna.
Poiché la sua immagine era troppo triste, il prete le fece entrare nel tempio. Si sedette sul tatami e incrociando le mani, si mise a piangere amaramente.
-    Sig. Prete. Non so nemmeno io quanti bambini avevo finora ingoiato .... Non l'ho mai pensato come una cosa negativa, ma ora  solo questi pensieri mi vengono in mente. Dopo aver ascoltato il mantra del Ringraziamento letto da lei, ho capito l'importanza della vita. Mi domando se ho mai fatto in vita solo cose cattive ... Con tutto il cuore chiedo scusa per la morte di tutti i bambini che ho ingoiato, e prometto di proteggerli d'ora in poi in ogni modo dagli incidente in acqua! Ti prego perdonami!
Il prete dopo aver sentito queste parole con un’ aria pensosa le disse:
- Che belle cose hai detto. Penso che ora i bambini e loro genitori non vivranno più  nella paura mortale di te ...
L'acqua si inginocchiò al prete molte volte, infine, ritornò al lago.
Da allora il lago divenne noto in Giappone come il luogo dove gli incidenti dei bambini in acqua, non si verificavano più.

Immagine:morguefile

Vi consigliamo di leggere anche:

Mitologia giapponese - Nella mitologia giapponese Izanagi( lui che richiama) e Izanami(Lei che richiama) crearono le isole giapponesi - Yamato

Urasima Taro - Urasima Taro nella mitologia giapponese, rappresenta un eroe mitico, che visitò il palazzo del re del mare.

Ragazza Luna - la storia di una stupenda ragazza che apparve sulla riva del mare. Incantata dal mare  appese il suo vestito di piuma sui rami dell'albero e andò a tuffarsi in mare. Pero' il pescatore..

Principe Ninigi - Ko-no-Khan era di una dolce bellezza,  viva come una ciliegia, pura come il fiore bianco, fresca come il mattino. Amava le notti tranquille d'estate e la pioggia sottile. Ma all’improvviso nel cuore di Ninigi esplose una inspiegabile  gelosia.

Castello nel mare profondo - Il principe Ho Vori all'improvviso si trovo' nel castello del re del mare e rimase meravigliato dall'acque profonde del mare.

La leggenda di Kintaro - La giovane moglie di  un famoso samurai Kintoki fuggi' nel profondo della foresta e diede alla luce un bambino -  Kintaro(ragazzo d'oro)

Yuki Ona, signora della neve, la sua bellezza si poteva amirare una volta sola

Farfalla bianca - La leggenda di un vecchio che aveva mantenuto la sua promessa.

Questo sito utilizza cookies