(function() { var cx = '000482480240528106050:6zvch_agk4s'; var gcse = document.createElement('script'); gcse.type = 'text/javascript'; gcse.async = true; gcse.src = (document.location.protocol == 'https:' ? 'https:' : 'http:') + '//cse.google.com/cse.js?cx=' + cx; var s = document.getElementsByTagName('script')[0]; s.parentNode.insertBefore(gcse, s); })();
Stampa
Categoria: TERAPIE ENERGETICHE

raggi viola

Yoga solare – Introduzione

Nel nostro corpo abbiamo un super computer, di cui la natura ci ha dotato e che è il nostro cervello.  HRM (Hira Ratan Manek) lo chiama “Cervellocomputer”(eng. brainutor. Prim. prev.). Il cervello è più potente rispetto ai più avanzati super computer. La natura ha dotato, ogni essere umano, di innumerevoli talenti ed illimitati poteri naturali.Le persone non dovrebbero mai essere sottovalutate, tutti ne sono dotati. Se sfruttiamo tali poteri, possiamo raggiungere alti livelli. Sfortunatamente, tali, illimitati, poteri naturali sono programmati in una grande parte del cervello, che non lo  usiamo.  Perfino la scienza medica è d’accordo che l’uomo usa solo, da 5 a 7 percento, le potenzialità del cervello. E’ noto, che le menti più brillanti, come Albert Einstein, usano circa il 32%  delle potenzialità del loro cervello. Se riusciamo ad attivare il cervello umano ed a risvegliare i poteri illimitati che possediamo, allora, possiamo raggiungere i livelli più alti.

Così, possiamo ottenere tutti i risultati desiderati. Per gestire efficacemente il cervello, dobbiamo attivarlo.  L'energia solare è una fonte che stimola il cervello, può entrare nel corpo umano, o può uscirne, attraverso un solo organo: l'occhio. Per l’energia solare, gli occhi rappresentano la porta d'ingresso del corpo umano. Sono anche conosciuti come lo specchio dell'anima. Recenti ricerche hanno dimostrato, che gli occhi hanno molte altre funzionalità, oltre la vista, e, si continua a scoprire molte altre informazioni sugli stessi.  

Gli occhi rappresentano un organo contenente 5 miliardi di pezzi, che sono molto più dei pezzi necessari a realizzare una nave spaziale (circa 6-7 milioni di parti). Così, potete comprendere le enormi capacità dell'occhio umano. HRM, sostiene che l’arcobaleno trovasi negli occhi, non in cielo. I sette colori, dello spettro solare, sono solo il riflesso di ciò che è negli occhi. Possiamo creare l’arcobaleno, ogni volta che vogliamo - uscire nel giardino ed osservare l'area posta sopra la superficie di una fonte d’acqua, nel  mentre il Sole si muove sopra di noi, proprio lì, osserverete l’arcobaleno.

L'occhio può ricevere l’intero spettro di luce solare.    

È come avere una finestra in vetro, l’occhio è lo strumento perfetto per ricevere tutti i colori dell’arcobaleno e, poiché gli occhi rappresentano una parte sensibile del corpo, dobbiamo utilizzarli per raggiungere il nostro scopo, senza danneggiarli. Alcuni insegnamenti ed idee d’oggi, tipo quelle che affermano: “Non guardate affatto il sole, danneggerete la vista, oppure: Non uscite mai al sole, perché avrete il cancro”, provocano solo inutili isterie e paranoie.  Più Vi allontanate dalla natura, più attirerete la causa della malattia e, automaticamente, appoggerete le corporazioni  multinazionali. Esistono, sicuramente, modi innocui per ricevere i benefici della natura, senza essere esposti ad effetti dannosi.

Storia dello yoga solare    

Il Sole è il più grande corpo astronomico nel nostro sistema planetario. La sua gamma è 109 volte superiore alla gamma Terra, e può ospitare 1, 3 milioni di pianeti di quelle dimensioni. È 150 milioni di chilometri lontano dalla Terra ed è più pesante della Terra 333000 volte. Inoltre, il 99,8% del peso del nostro sistema planetario si perde sul peso del sole.  Il sole spara costantemente un fulmine, lungo 50.000 km, largo 9.000 km e il cui raggio d'azione alla Terra è di 200000 km.    

A causa di tutte queste magnifiche caratteristiche, non c'è da meravigliarsi che il Sole abbia ispirato l’umanità, nel corso della sua storia. Molte società, di tutto il mondo, lo adoravano, fin dai tempi antichi. Ogni civiltà ha raccontato una storia diversa. Nell'antico Egitto, il Sole era adorato come un dio di Ra.  Il mondo, umano e animale, è presumibilmente derivato dalle sue lacrime. Si credeva che il re stesso fosse “il figlio di Dio Ra”.

Esisteva anche la convinzione, che il re, dopo la morte, si ricongiungeva, di nuovo, con suo padre, il sole. Le piramidi erano considerate una rampa di lancio o una via di accesso al cielo. Inoltre, si è creduto che Ra viaggiasse di giorno nei cieli, e, di notte nel mondo sotterraneo in barca, per essere al mattino, di nuovo in cielo, poiché doveva sconfiggere la divinità malvagia Apepi. Veniva palesato come se uscisse dal mare caotico e, si alzava in cielo, per ri-glorificare il mondo. Nell'antica Grecia e Roma, Apollo era collegato al Sole. In Mesopotamia era Shamash.  Le tribù degli indiani americani tramandano molte storie, interessanti, sul sole.     Una di queste è la seguente: “C'era una volta un capo egoista, che teneva il Sole, la Luna e le stelle solo per se stesso. In tutto il mondo non c'era la luce. A quel tempo viveva anche il corvo, che intendeva catturare la luce e donarla al mondo. Il corvo si  trasformò in una foglia, che fu ingoiata dalla figlia di un capo indiano, che presto rimase incinta e diede alla luce un bambino. Quel ragazzo era il corvo stesso. Il bambino vide molti pacchi, appesi nella casa del capo e, cominciò a piangere per averli. Il capo, nonno premuroso, gli diede un primo lotto. Era un pacco di Stelle e il corvo le spinse fuori, attraverso il camino. Esse, rapidamente, si disposero nel cielo. Il bambino pianse di nuovo, e suo nonno gli diede un fagotto, che questa volta conteneva la Luna. Il bambino, di nuovo, lo lanciò nel cielo. Dopo un po', ricominciò a piangere. Questa volta il nonno gli diede il Sole e, il bambino si trasformò, rapidamente, in corvo e volò con il Sole, fuori dalla finestra. È così nel mondo si creò la luce”.    

Il bisogno di luce solare per la crescita, per l'agricoltura, per la salute e molti altri aspetti della vita umana è scientificamente provato.  Molti miti di diverse parti del mondo riflettono la credenza, del bisogno della luce solare, in un ordine superiore di cose. La mitologia indiana comprende anche il ruolo del sole. In tempi antichi in India fù adorato come "Surya". Secondo la mitologia indiana, la divinità di Surya era responsabile della salute e della vita, ciò potrebbe aver rappresentato la convinzione scientifica di quel tempo. Surya è una delle principali divinità vediche.    

E’ rappresentata che cavalca il cielo, su un carro, trainato da sette cavalli. Possiamo interrogarci sull’analogia, tra sette cavalli e i sette colori dello spettro solare. Il fenomeno HRM è, in realtà, una riscoperta del rituale scientifico, che nei tempi antichi era usato per il trattamento di malattie fisiche, mentali, emotive e spirituali. Gli antichi indiani chiamavano questa pratica di Surya Namaskar (salutando il sole); gli egiziani e gli abitanti del continente americano lo chiamarono il trattamento con il sole, invece gli europei l’hanno chiamato terapia Apollo. Nel continente americano, il Sole era anche conosciuto con il nome INTA. La tecnica scientifica, praticata da Hira Raran Manek, rappresenta il modo d’estrarre energia dal sole.

L’umanità usa anche l'energia solare per alimentare fornelli solari, riscaldatori solari e auto solari. Allo stesso modo, usando la luce del sole, HRM si trasforma in un'auto solare o in un fornello solare. Gli esseri umani, tradizionalmente, consumano energia da fonti secondarie, come piante ed altra vegetazione, la cui crescita dipende in gran parte dal sole, e in poche parole, la nostra idea principale è imparare come assorbire energia dalla primaria fonte, o dal Sole stesso.

Esiste una spiegazione scientifica di ciò che potrebbe accadere, durante la pratica di questo metodo. Poiché, il cervello è un potente ricevitore, e la retina e la ghiandola pineale (il terzo occhio) sono dotate di cellule, ricettori di luce, durante Surya Namaskar, forse avviene una sorte d’analisi della luce, che fornisce all’individuo diversi tipi d’energie e vitamine, necessarie per il corretto funzionamento dei suoi organi interni. Inoltre, i raggi solari, di sette colori, contengono farmaci utili per molti tipi di malattie, come l'Alzheimer ed il morbo di Parkinson, l’obesità, l’artrite, l’osteoporosi, i carcinoma ed altri. Se vogliamo raggiungere la pace nel mondo, ognuno di noi dovrebbe possedere il perfetto equilibrio della mente. Utilizzando questo metodo puoi anche contribuire alla pace mondiale.

Vai indietro per leggere “come praticare lo yoga solare” 

 

Questo sito utilizza cookies