(function() { var cx = '000482480240528106050:6zvch_agk4s'; var gcse = document.createElement('script'); gcse.type = 'text/javascript'; gcse.async = true; gcse.src = (document.location.protocol == 'https:' ? 'https:' : 'http:') + '//cse.google.com/cse.js?cx=' + cx; var s = document.getElementsByTagName('script')[0]; s.parentNode.insertBefore(gcse, s); })();
Stampa
Categoria: MANGIARE SANO

Contorno nutritivamente ricco e razionalmente preparato. Esistono controindicazioni dietetiche, ma tutte imputabili al cavolo e all'acciuga. Consigliabile nei regimi dimagranti, sostituendo il burro con solo qualche goccia d'olio.

Dosi per 4 persone:

1 cavolo verza del peso di 1 chilogrammo circa
70 grammi di burro
1 cucchiaio di pasta all'acciuga
2 cucchiai di prezzemolo tritato
sale
pepe

1. Mondare il cavolo eliminando le foglie sciupate e le costole troppo grosse; lavarlo con cura, scolarlo, tagliarlo a listerelle sottili.
2. Metterlo in una casseruola con il burro, sale, pepe se piace e la pasta d'acciuga stemperata in 1/2 bicchiere d'acqua.
3. Coprire, cuocere per 5-10 minuti a fuoco vivace e altri 15-20, o finchè è abbastanza tenero, a fuoco dolce, mescolando ogni tanto e, se necessario, aggiungendo pocchissima acqua.
4. Cospargere di prezzemolo tritato, servire come contorno a un arrosto, preferibilmente di maiale.

Cavolo al cumino

Stesse considerazioni che per il cavolo all'acciuga. Anche qui il metodo di cottura garantisce al massimo la conservazione di vitamine e sali. Di non facilissima digeribilità, è sconsigliato a dispeptici, epatici e colitici in genere.

Dosi per 4 persone:

metà di un cavolo rosso piuttosto piccolo(300 grammi circa)
1 piccolissimo cavolo verza (300 grammi circa)
1 bicchiere di vino bianco secco
2 cucchiaini da tè di semi di cumino ( in vendita nelle buone drogherie e dagli erboristi)
50-60 grammi di burro
sale

1. Togliere se sono sciupate, le foglie esterne del cavolo rosso; mondare il cavolo verza delle foglie sciupate e delle costole molto grosse.
Tagliare il cavolo rosso in listerelle sottili ( 3 mm circa), il cavolo verza in listerelle larghe circa 1 cm.
Lavare rapidamente e sgrondare bene.
2. Riunire in una casseruola le due qualità di cavolo, il vino bianco, il cumino, sale.
Coprire, portare a bollore a fuoco vivace; dimunire la fiamma e cuocere a fuoco dolcissimo per 1 ora circa, o finchè il cavolo è tenero ma non sfatto, mescolando di tanto in tanto e sorvegliando la quantità di liquido ( se necessario, aggiungere pochissima acqua).
3. Fuori dal fuoco, unire il burro crudo a pezzi; mescolare finchè è sciolto, servire.

Da "Il libro del mangiar sano" di Renzo Lucchesi e Elena Spagnol pubblicato da Oscar Mondadori nel 1978.

Questo sito utilizza cookies