(function() { var cx = '000482480240528106050:6zvch_agk4s'; var gcse = document.createElement('script'); gcse.type = 'text/javascript'; gcse.async = true; gcse.src = (document.location.protocol == 'https:' ? 'https:' : 'http:') + '//cse.google.com/cse.js?cx=' + cx; var s = document.getElementsByTagName('script')[0]; s.parentNode.insertBefore(gcse, s); })();
Stampa
Categoria: MANGIARE SANO

Cottura appettitosa e dieteticamente corretta, anche se deve venir evitata da dispeptici e colitici. Consigliabile invece in tutti i casi di disappetenza e di gastrite dovuta a carenza di succhi gastrici. Grazie alla presenza dei pomodori e dei profumi, coloro che devono seguire un regime dimagrante stretto potranno addirittura abolire l'olio.

Dosi per 4 persone

1 cavolfiore del peso di 1 chilogrammo circa
250 grammi di pelati
1 piccolissima cipolla
1 spicchio d'aglio
1 scorzetta di limone
olio d'oliva
sale



1. Scegliere un cavolfiore dal fiore ben serrato e dalle foglie verdi: segni di freschezza
Dividerlo in cimette: Cuocere in acqua bollente salata(8-10 minuti) o a vapore (tempo di cottura all'incirca raddoppiato), togliendo dal fuoco un tantino al dente
2. Riunire in un tegame i pelati, la cipolla affettata sottile, lo spicchio d'aglio pelato e intero, la scorzetta di limone, sale.

Cuocere coperto per 1/2 ora circa, o quanto occorre perchè la cipolla sia ben tenera, mescolando di tanto in tanto e, se necessario, aggiungendo pochissima acqua.

3. Eliminare l'aglio e la scorza di limone; unire le cimette di cavolfiore e lasciarle insaporire a finir di cuocere a fuoco dolce per 5-10 minuti o quanto occorre perchè siano tenere.
Fuori del fuoco completare con l'olio d'oliva crudo.

Da "Il libro del mangiar sano" di Renzo Lucchesi e Elena Spagnol pubblicato da Oscar Mondadori nel 1978.

Questo sito utilizza cookies