(function() { var cx = '000482480240528106050:6zvch_agk4s'; var gcse = document.createElement('script'); gcse.type = 'text/javascript'; gcse.async = true; gcse.src = (document.location.protocol == 'https:' ? 'https:' : 'http:') + '//cse.google.com/cse.js?cx=' + cx; var s = document.getElementsByTagName('script')[0]; s.parentNode.insertBefore(gcse, s); })();
Stampa
Categoria: DIFESA AMBIENTALE

carrara

Sicurezza del lavoro e difesa ambientale

- Obiettivi

Visto il D. Lgs. Governo n° 81 del 9 Aprile 2008 il datore di lavoro in collaborazione con il Responsabile del Servizio Prevenzione e Protezione ed il medico competente cerca di  produrre il “Lavoro d'anno”.
Tutte le indicazioni presenti nel “lavoro d’anno” vanno seguite alla lettera con lo scopo di ridurre al minimo il rischio di un eventuale danno presente in azienda e ove possibile eliminarlo; rendendo così più sicuro il luogo di lavoro e garantendo un miglior stato di salute per i lavoratori dell’azienda.


- Guida alla Lettura
Il documento di valutazione dei rischi contiene una descrizione dello svolgimento delle attività svolte in azienda e di come essa è suddivisa,  con lo scopo di individuare eventuali pericoli a cui sono esposti i lavoratori della nostra azienda.
Lo svolgimento delle varie attività di lavoro svolte nella nostra azienda sono state osservate tramite la “Tecnica P.E.R.T.” riguardante l'organizzazione e il programma dei lavori, tecnica basata sulla teoria dei grafi, con cui si compongono Reticoli i quali descrivono lo svolgimento delle attività.
Dalla descrizione delle attività effettuiamo un’analisi dei rischi per mezzo di check-list generale con cui definiamo delle misure di prevenzione e protezione per il miglioramento della sicurezza e della salute dei nostri lavoratori nel tempo. Di tali misure di miglioramento viene definito un programma suddiviso in base al rischio, in ordine decrescente di rischio (dal più alto al più basso),le procedure i ruoli e le competenze di attuazione.
Infine viene effettuata una valutazione dei rischi d’incendio prevista dal D. M. del 10 Marzo 1998 e delle valutazioni specifiche dei rischi dovuti alle polveri e ai rumori seguendo altre norme successivamente indicate.

 

Redatta da Pasquale Gelsomino

UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI ROMA TRE
A.A. 2009/2010


DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA MECCANICA

Esercitazione di
SICUREZZA DEL LAVORO E DIFESA AMBIENTALE 1-2

Lavoro d'Anno di una cava di marmo di Carrara
Prof. XXXXXXXX
Redatta da: Gelsomino Pasquale
Roma, 7/1/10

Datore di lavoro: XXXXXXXX
Responsabile Servizio Prevenzione e Protezione (S.P.P.): Gelsomino Pasquale
Medico Competente: Dott. YYYYYYYY
Rappresentante dei Lavoratori: ZZZZZZZZ

CONSULTA ANCHE:

Organizzazione della sicurezza aziendale

Taglio di Base con Tagliatrice a Catena Dentata

Foro con sonda perforatrice ad acqua

Taglio di Testa con filo diamantato

Taglio di Bancata con filo diamantato

Creazione del letto di caduta

Rovesciamento della bancata con l'ausilio di un cuscino idraulico

Ritaglio della bancata

Caricamento dei blocchi e trasporto blocchi con camion

Reticolo PERT

Normativa di salute e sicurezza

Analisi per mansioni o JSA

Misure di prevenzione e protezione

Programma delle misure di sicurezza

Procedure per l'attuazione delle misure di sicurezza

Questo sito utilizza cookies