SCUOLA SCIENTIFICA TESLIANA DI NATUROPATIA OLISTICA

Miracoli di Gesù

Sceso poi Gesù dal monte, turbe numerose lo seguirono.

Ed ecco un lebbroso, avvicinatosi si prostrò davanti a lui dicendogli: «Signore, se tu vuoi, puoi mondarmi».

E Gesù, stese la mano, lo toccò, dicendo: «Lo voglio: sii mondato».

E sull’istante fu mondato dalla lebbra.

Gesù allora gli disse: «Vedi di non dirlo a nessuno; ma va a mostrarti al sacerdote e presenta l'offerta prescritta da Mosè, affinché sia in testimonianza per essi».

Io non sono degno che tu entri sotto il mio tetto.

Entrato che fu in Cafarnao, gli si accostò un centurione e gli fece questa preghiera: «Signore, il mio servo giace in casa paralizzato e soffre assai».

Gesù gli rispose: «Io verrò e lo curerò».

«Signore, riprese il centurione, io non sono degno che tu entri sotto il mio tetto, ma dì soltanto una parola e il mio servo sarà guarito. Perché anch'io, pure essendo sottoposto ad altri, ho soldati ai miei ordini; e dico a uno: Va, ed egli va; e ad un altro: Vieni, ed egli viene; e al mio servo: Fa questo, ed egli lo fa».

Gesù, udite queste parole, restò ammirato; e rivolto alla folla che lo seguiva esclamò: «In verità vi dico, di non avere mai trovata tanta fede in Israele! E vi dico ancora che molti verranno dall'Oriente e dall'Occidente e siederanno a mensa con Abramo, Isacco e Giacobbe nel regno dei cieli mentre i figli del regno saranno gettati fuori, nelle tenebre, dove sarà pianto e stridore di denti».

Dipoi Gesù disse al centurione: «Va, e ti sia fatto secondo che hai creduto».

E proprio in quello stesso momento il servo guarì.

Entrato poi Gesù nella casa di Pietro, trovò la suocera di lui a letto per la febbre, e toccò la mano di lei, e la lasciò la febbre, onde si levò e serviva loro.

Sul far della sera, gli presentarono parecchi indemoniati dai quali con una parola, scacciò gli spiriti; e guarì tutti i malati; e in tal modo si compì quanto era stato detto dal Profeta Isaia: «Si è addossate le nostre infermità e ha portato i nostri malori».

Gesù, vistasi intorno una gran turba, diede ordine di passare all'altra riva.

Allora gli si accostò uno scriba per dirgli: «Maestro, io ti seguirò dovunque tu vada».

A lui Gesù risponde: «Le volpi hanno tane e gli uccelli dell’aria hanno nidi, ma il Figliuolo dell'uomo non ha dove posare il capo».

E un altro dei discepoli suoi gli disse: «Signore, permettimi prima di andare a seppellire il padre mio».

E Gesù disse a lui: «Segui me; e lascia i morti seppellire i loro morti».

E, entrato lui nella barca, lo seguirono i suoi discepoli.

fiore-si-apre

Ed ecco sollevarsi nel mare una tempesta tanto grande che la barca era coperta dalle onde; ed egli dormiva.

I discepoli allora, avvicinatisi a lui, lo svegliarono e gli dissero: «Signore, salvaci, siamo perduti!»

Gesù dice loro: «Uomini di poca fede, perché temete?»

E, alzatosi, comandò ai venti e al mare e si fece una grande bonaccia.

Del che tutti meravigliati, a una voce dicevano: «Chi è costui, al quale anche i venti e il mare ubbidiscono?»

Sbarcati all'altra riva, nel paese dei Geraseni, due indemoniati, usciti dai sepolcri, gli vennero incontro.

Essi erano tanto furiosi che per quella strada nessuno osava passare.

E con alte grida presero a dire: «Che abbiamo noi a fare con te, Figliuolo di Dio? Sei tu qua venuto a tormentarci innanzi tempo?»

Poco lungi stava a pascolare un grosso branco di porci e i demoni fecero a Gesù questa preghiera: «Se ci discacci, mandaci in quel branco di porci».

Egli disse loro: «Andateci».

Ed essi, usciti, entrarono nei porci: e subito il branco si precipitò con grande impeto nel mare e perì nelle onde.

I pastori fuggirono, e ritornati in città, raccontarono tutte queste cose e il fatto degli indemoniati.

E tosto la città intera uscì incontro a Gesù e, vistolo, lo pregarono di andarsene dal loro territorio.

CONSULTA ANCHE:

Vangelo secondo San Matteo - introduzione

Libro Genealogico di Gesù Cristo, figlio di Davide, figlio di Abramo

Dov’è il re dei Giudei che è nato ora? Nascita di Cristo

Fate penitenza, perché il Regno dei cieli è vicino. Battesimo Gesù

Preghiera - Ma tu, quando preghi, entra nella stanza tua, e, chiusa la tua porta, prega il Padre tuo nel segreto; te ne renderà il merito.

Insegnamenti di Gesù - Fate dunque agli altri tutto ciò che volete che gli altri facciano a voi, perché questa è la Legge e i Profeti.

Perché pensate male nel vostro cuore? - Mentre Gesù se ne andava, lo seguirono due ciechi che gridavano a questo modo: «Abbi pietà di noi, Figlio di Davide!» Toccò i loro occhi e disse: «Sia fatto conforme alla vostra fede». I loro occhi si aprirono.

Cuore di Gesù - Prendete su di voi il mio giogo, e imparate da me, che sono mansueto e umile di cuore, e troverete riposo alle anime vostre: poiché il mio giogo è dolce e il mio carico è leggero».

Tutto quello che domanderete con fede nella preghiera voi l’otterrete

Il piu' grande comandamento della legge: Amerai il Signore Dio tuo con tutto il tuo cuore, con tutta l’anima tua e con tutta la tua mente.

Uno solo e' il padre vostro, quello che e' nei cieli

Vigilate, perché non sapete in quale ora il Signore verrà. Il cielo e la terra passeranno, ma le mie parole non passeranno. Quanto poi a quel giorno e a quell'ora nessuno lo sa;

Vegliate dunque perché non sapete né il giorno, né l'ora  - A chi ha, sarà dato e sarà nell'abbondanza; ma a chi non ha sarà tolto anche quello che ha.

Morte di Cristo

E' risorto, come ha predetto

Brano del Ss. VANGELO,

tratto dall’Edizione esclusiva

della Congregazione “Servi dell'Eterna Sapienza” Bologna.

Traduzione di P. Fr. Enrico M. G. Genovesi O.P.

Pin It

Partner jooble

Partner jobsora