piastra-viola-stress

Consiglio dalla Bibbia: Non preoccupatevi per il futuro


Un altro modo, con il quale possiamo controllare lo stress,  è di non preoccuparsi del futuro. La preoccupazione per il futuro, di conseguenza, è del tutto normale, se non viene pianificato in modo tempestivo.  Ad esempio, uno studente che si sta preparando per un esame  che è imminente, al di sotto una certa quantità di stress, questa può avere un effetto positivo. Questo tipo di stress dovrebbe incoraggiarlo a studiare ed a preparare gli esami. Tuttavia, se siete preparati per un esame, preoccuparsi ed avere paura, per tale motivo, potrebbe solo causarvi danni.                                  

In effetti, le preoccupazioni producono una diminuzione delle vostre capacità, mentre un atteggiamento sano verso stressor, ovviamente, se stressor diventa sfida, è motivante. Temendo che c'è scarsa preparazione, lo studente potrebbe essere tentato di pensare: "Perché provare? Non sarò in grado di padroneggiare la materia, prima degli esami”.   Un atteggiamento costruttivo comporterebbe l’organizzazione e la pianificazione senza preoccupazione. Lo studente può pensare: "Ho ancora tre ore, questa sera; vediamo cos’altro posso imparare”. Ancora una volta, la Bibbia può aiutare molto, come mostrato nella Tabella 11.

Tabella 11.

Non preoccupatevi per il futuro

“Non siate dunque in ansia per il domani, perché il domani si preoccuperà di se stesso”. Matteo 6,34.

 

Gesù, qui non sta parlando contro la pianificazione. Ciò sarebbe in contrasto con un'altra affermazione di Gesù in Luca 14,28, che evidenzia, chiaramente, l'importanza della pianificazione. Questa affermazione biblica è contenuta nella Tabella 12.

Tabella 12.

Giusta pianificazione ed organizzazione

“Chi di voi, volendo costruire una torre, non si siede prima a calcolarne il costo, e, se ha i mezzi per portarla a compimento”? Luca 14, 28..

 

Gesù dice: “Quando la vostra pianificazione è buona e state attuando il piano in opera, non preoccupatevi per il domani”.

In altre parole, domani porterà quello che vorrà portare. Tuttavia, quando si tratta del caso da noi illustrato ed esaminato, sarebbe inutile, se lo studente che non ha imparato nulla, dicesse: "Sono calmo. Non voglio preoccuparmi dell'esame che dovrò sostenere la prossima settimana. Dio, quel giorno, mi aiuterà”. D'altra parte, uno studente che apprende, con diligenza, non deve preoccuparsi che l'insegnante potrebbe sottoporgli dei test troppo difficili, e lo studio non l’aiuterà o non supererà l'esame. Preoccuparsi ed essere in ansia, a causa di cose che non possiamo cambiare, causa soltanto del male.    

Nessuno, oggi, può risolvere il problema che si presenterà domani. Tuttavia, se un problema esiste oggi e deve essere affrontato oggi, allora oggi si dovrebbero fare i conti con lo stesso. E' necessario avere un piano, l'organizzazione e la motivazione.  Non dobbiamo preoccuparsi di eventuali problemi, prima che ci sia data l’occasione di fare i conti con gli stessi.  Gesù c’invita a fare tutto ciò che facciamo.  Al tempo stesso, ci consiglia di smettere di preoccuparci per il domani. Tale assistenza sarà, sempre, una grande fonte di stress che agisce in modo controproducente. Quando, un uomo non si preoccupa, non solo elimina lo stress, ma, anche, tutto il suo corpo funziona meglio.  La regressione spontanea del cancro (SRC) può essere collegata all'atteggiamento mentale di liberarsi della preoccupazione. Nel caso di SRC, una persona che soffre di un particolare cancro incurabile, riesce a sopravvivere, indipendente, da qualsiasi trattamento praticato.

piastra-viola-originale


Un riposo adeguato e il sonno migliorano la salute mentaleLe preoccupazioni possono causare un corto circuito, in uno dei modi, più importanti, per allontanare lo stress, fare abbastanza riposo. Tutti abbiamo bisogno di tanto riposo, se vogliamo avere una buona salute mentale. Due aspetti possono essere applicati in tal senso. Il primo aspetto, il riposo è un processo di rinnovamento, necessario per difendere l'uomo dallo stress e dall’ansia. Il secondo, lo stress e l'ansia possono causare insonnia, rendendo impossibile, all’uomo, di riposare tanto quanto ne ha bisogno. Lo Stress e l’ansia sono le due principali cause dell’insonnia. Il dr. James Perl, nel suo libro: “dormire correttamente cinque notti” (Sleep Right in Five Nights), nota che l’arrabbiarsi è una delle più comuni reazioni allo stress, che causa insonnia, nella maggior parte dei casi. Su questi due aspetti, lo stress e l'insonnia, si basa  il circolo vizioso, come mostrato nella Tabella 13.

 

 


Tabella 13.

Il circolo vizioso dello stress e l’insonnia

Lo stress interferisce con il sonno normale
In larga misura agisce sul ritmo e le funzioni del cervello;
Il sonno insufficiente provoca maggiore stress;
L’aumento dello stress porta all’insonnia, che è più grave;
Maggiore insonnia, causa, ancora, maggiore stress;

La buona salute spirituale aiuta a combattere lo stress e l'ansia  Uno dei modi, che possono interrompere questo circolo vizioso di riposo e stress è, affidare a Dio, le vostre preoccupazioni, nella riflessione spirituale e la preghiera. Quando, un uomo si rende conto che può affidare il proprio futuro a Dio, si rende anche conto, che proprio ciò potrebbe essere l'ingrediente mancante alla sua ricetta per risolvere questo dilemma.

Tratto dal libro: Depresion, the Way Out by Neil Nedley M.D.

Pin It

Partner jooble

Partner jobsora

Articoli da consultare