SCUOLA SCIENTIFICA TESLIANA DI NATUROPATIA OLISTICA

smeraldo

Lo smeraldo – una pietra verde, un talismano magico.

Gli astrologi babilonesi  collegavano questa pietra con il segno del Cancro. Nella tradizione europea con soggetto astrologico lo smeraldo appartiene alla costellazione del Toro. Corrisponde all’ elemento terra. Lo smeraldo è dedicato al pianeta Venere, è la pietra del mese di giugno. Lo smeraldo come minerale appartiene ad un gruppo di berillo. Le sue pietre sono acquamarina la sorella di berillo, ed eliodoro. Lo smeraldo è il più raro e il più costoso. Viene utilizzato nella fabbricazione di gioielli di valore. Gli smeraldi ed i diamanti – hanno lo stesso prezzo di mercato.

La storia, il significato e il simbolo della pietra smeraldo

La più antica miniera degli smeraldi era stata scoperta dal primo faraone egiziano. Era situato nel deserto arabico, sullo spartiacque tra il Nilo e il Mar rosso.  Di tutte le pietre preziose la regina Cleopatra considerava il solo smeraldo degno della sua bellezza.

E per riavvicinare la sua immagine a questa pietra la fece scolpire su di uno smeraldo. Un campo arabo, dove  lavoravano  migliaia di schiavi era diventato noto come "Miniera di Cleopatra." Ci sono molte leggende che narrano che la pietra di smeraldo era diventata il tesoro più prezioso nella collezione di molte governanti. Grande amante degli smeraldi era stata la regina di Saba, e l'imperatore Nerone aveva usato lenti speciali fatte di smeraldo, per guardare i gladiatori a combattere.

Presso gli Inca lo smeraldo era venerato come una pietra sacra alla pari con l'oro. I Peruviani usarono la pietra verde come un talismano, che aveva  speciali poteri magici.
Gli Indiani del Brasile hanno chiamato lo smeraldo "Tepostonom" - il figlio della montagna. La leggenda del culto Inca narra di uno gigante smeraldo delle dimensioni di un uovo di struzzo.

In Russia, una miniera di smeraldi era stato scoperta negli Urali, sulla riva del fiume Tale da uno contadino di nome Maxim Kozhevnikov nel 1831.Lo smeraldo produce nell'animo un senso di pace. Simboleggia la primavera, la fertilità, la gioventù, la freschezza, la vita, la gioia, la speranza, i ricordi. Lo smeraldo era utilizzato nella medicina come rimedio per la febbre e la lebbra.  In India, lo smeraldo era un talismano contro gli spiriti maligni. Lo smeraldo è la pietra dedicata alle persone che si dedicano all'arte. Essa serve come fonte di ispirazione per poeti, artisti e musicisti. Nell'Europa medievale, assegnavano lo smeraldo al vincitore come premio nella gara dei bardi. La magia dello smeraldo l'aveva scoperto anche Puskin: lo smeraldo gli serviva come talismano indispensabile per il suo lavoro. A questa pietra Puskin dedicò una poesia: "Tieni a me, il mio talismano ...».

Come molte altre pietre, anche lo smeraldo ha le sue caratteristiche positive e negative. Nei tempi antichi credevano che lo smeraldo riflettesse tutto ciò che era segreto, e attraverso esso si era in grado di capire il futuro. Posto sotto la lingua, lo smeraldo dà all'uomo il dono della profezia. Scaccia i sogni cattivi, perché libera dall' insonnia, rinforza il cuore umano ed elimina tutti gli spiriti maligni. Lo smeraldo dovrebbe essere incastonato in oro, così potrà salvare il suo possessore da diversi pericoli. E' anche importante sapere che lo smeraldo non tollera la menzogna e l’ipocrisia. Questi tipi di persone che possegono questa pietra saranno sempre accompagnati da sfortuna e malattie.

Consulta altri articoli la storia, il significato e il simbolo di pietre preziose:

Lo spinello - favorisce l’amore, il guadagno di denaro, portafortuna

I gioielli di zircone, già dai tempi antichi, erano utilizzati come talismani che favorivano gli accordi commerciali.

In Tibet, i monaci nella cura delle ferite, sulle lesioni applicavano sfere di cristallo. La luce del sole attraversava la pietra, guarendo in tal modo le lesioni.

Crisoberillo - indicato per le persone in cerca di matrimonio, riuscendo soprattutto ad attrarre potenziali spose e sposi.

Turchese - In Tibet nessuna pietra è stata considerata una divinità tranne il turchese. Una famosa famiglia tibetana ebbe persino il suo cognome come "tetto turchese”, ritenendo che avrebbe portato fortuna.

Lapislazzulo - Nell'antico Egitto uno scarabeo scolpito di lapislazzuli era scarabeo sacro di giramento del sole, simbolo di immortalità.

Giada - Secondo la leggenda taoista, la fonte di Giada  è la dimora degli immortali, il paradiso terrestre.

Rubino - Gli Indiani consideravano il rubino  la pietra sacra, pochissimi indiani avevano il coraggio di venderlo.

Zaffiro - Gli antichi persiani credevano che l'azzurro del cielo fosse venuto da uno zaffiro gigante, su cui poggiava la terra.

Onice -Nel Medioevo credevano che l'onice avesse delle proprietà contraddittorie: era considerata una pietra sfortunata che ispirava sogni terribili, ma nello stesso tempo, l'onice facilitava il parto, e  incoraggiava il possessore ad intraprendere alle imprese audaci facendogli aumentare le entrate.

 

Pin It

Partner jooble