SCUOLA SCIENTIFICA TESLIANA DI NATUROPATIA OLISTICA

batteri

Il farmaco

L'affascinante cammino nei secoli della scienza  medica  è tale che, spesso, viene spontaneo ripercorrere con la mente il passato e fare un bilancio degli  eventi, delle aspettative, dei progetti realizzati e non, degli imprevisti che hanno inciso in maniera determinante sul progresso delle conoscenze e dell'assistenza.

La frenetica evoluzione   del sapere  scientifico degli ultimi decenni e alla fine del secondo millennio ha cambiato la medicina e lo stile del modo di esercitarla. Infatti la medicina e il medico tradizionale della metà del settecento e dell'ottocento, erano caratterizzati da una impotenza totale sia da un punto di vista diagnostico che terapeutico. La popolarità del medico era soprattutto dovuta alla dedizione, alla capacità di ascoltare, di essere presente e di partecipare alle disavventure e alle angosce dei propri pazienti fronteggiandone le dinamiche conflittuali.

Solo  dalla  fine  del secolo  scorso,  per la  comparsa  delle grandi acquisizioni anatomo-patologiche e batteriologiche, il medico moderno è in grado di formulare diagnosi e prognosi anche sofisticate pur essendo sostanzialmente impotente sul piano terapeutico: quest' ultimo aspetto infatti progredisce con le grandi scoperte della chimica e della farmacologia che, fra l'altro, elemento molto importante, portano alla messa a punto dapprima dei sulfamidici e poi degli antibiotici.

Il medico post-moderno

Comincia a comparire così il medico post-moderno capace di accurate diagnosi, prognosi e terapie fondate su una rigorosa impostazione eziologica e anatomo-patologica. La dedizione a tale rigido tecnicismo scientifico, pur avendo generato tante vittorie, ha però ridotto le capacità di contatto umano con il malato,  tipico di una volta per cui vi è sempre meno spazio per il paziente, dimenticando cosi che, alla gente, oggi come un tempo, sta più a cuore la fiducia e il rapporto con il proprio medico delle innovazioni tecnologiche.
Come sosteneva lo psicanalista Balint (Michael Balint, Budapest,1986 – Londra, 1970,  autore tra l’altro di Medico, paziente e malattia (1957)  e Tecniche psicoterapeutiche in medicina (1961), il farmaco più usato è il medico stesso, dato che non è solo la medicina che conta, ma anche il modo con cui il medico la propone e l'atmosfera con cui viene data e presa, confermando cosi che l'anima della medicina si trova comunque nella relazione fra chi guarisce e chi è guarito. Nel contesto di tale  evoluzione,  un ruolo  di  primo  piano è stato svolto, come già detto, dai composti antimicrobici: i sulfamidici prima e, in maniera molto più determinante, gli antibiotici  alcuni anni dopo.

Orazio

CONSULTA ANCHE:

Antibiotici - il loro uso nella storia- Gli antichi egizi, greci, cinesi curavano con antibiotici seppur inconsapevolmente

Il personaggio sicuramente più interessante, e purtroppo meno conosciuto e' Israel Greco, il primo medico dell'eta' moderna che curava con farmaci, su base razionale.

Antibiotici - evoluzione scientifica - Gli antibiotici sono sostanze per lo più di origine naturale prodotte da batteri o da funghi capaci di uccidere o di inibire la crescita di microorganismi patogeni responsabili dell'insorgenza di numerose malattie.

La scoperta degli antibiotici - Nel XIX secolo inizia l'era della produzione nel laboratorio chimico di sostanze nuove capaci di distruggere gli agenti patogeni o cosiddetto "organismo ospite."

La vera storia della penicillina - Fleming ha scoperto solo il termine "penicillina" per non ripetere la frase estesa  "filtrato di brodo di coltura del micete".

Le terapie antibiotiche oggi - Attualmente almeno il 30% dei pazienti ospedalizzati riceve uno o più cicli di terapia antibiotica e milioni di infezioni, potenzialmente letali

Contraccettivi - né la bomba atomica, né l'avvento dei computer e di Internet hanno avuto un impatto così forte come la "pillola"

I neurolettici non "curano" nulla ma inibiscono la persona

Il monopolio della ricerca - Sicuramente, in tanti si domandano perché fino ad ora non è stata trovata la cura per combattere il tumore, o con che criterio opera  l’Istituto di ricerche contro il cancro.  Noi abbiamo trovato la risposta.

Il Dr. C. Moerman ha ottenuto con il suo trattamento naturale per il cancro, di tipo dietetico, dei successi veramente straordinari.

L'accesso al farmaco e la sua distribuzione - Il mondo considera tre diritti di accesso: il diritto di accesso all'acqua, il diritto di accesso all'alimento, il diritto di accesso al farmaco.

Pin It

Partner jooble