SCUOLA SCIENTIFICA TESLIANA DI NATUROPATIA OLISTICA

sole

Un antico simbolo cosmico noto a tutte le nazioni, che significa vita, fonte di vita e di luce.

Il simbolismo solare è associato alla supremazia, all’ attività, all'eroismo, all'onniscienza. Il culto del Sole è più sviluppato in Egitto, nelle tradizioni indo-europee, e nelle tradizioni mesoamericane. L'immagine della divinità solare che viaggia in un carro trainato da quattro cavalli bianchi, è stata preservata nella tradizione indo-iraniana, greco-romana, nella mitologia norrena. Alla fine dell’ epoca romana, molte divinità erano dotate di caratteristiche solari (Mitra, Cristo). Le feste romane in onore del dio Sol Invictus (invincibile Sole), che si celebravano il 25 dicembre, il solstizio d'inverno, furono convertite al cristianesimo come feste di Natale. Da Agostino e Gregorio di Nissa il simbolismo di questa festa è associato alla nascita di un nuovo mondo di luce ed all’estinzione dell’oscurità. Il sole si usa spesso come il carattere iniziale della divinità suprema.

Nell'antico Egitto Ra il dio del sole Ra è la divinità che presiede il pantheon. Il sole appare all’alba nel mare celeste come un giovane dio Khepera, o come lo zenit - Ra, il dio del sole nella sua perfezione, mentre al tramonto il sole appare come un vecchio dio Atum. Nella tradizione indoeuropea il sole simboleggia la divinità suprema. In varie tradizioni, invece è descritto come "l'occhio del cielo" (o divinità del cielo) in India Surya - l'occhio di Varuna, nella tradizione greca, il sole appare come l’occhio di Zeus che tutto vede (Omero), in Persia è l'occhio di Ahura Mazda, nella mitologia germanica - "occhio di Wotan (Odino)."

Il sole - il datore di luce e di vita, il sovrano del mondo superiore e inferiore.

"Mentre sei lontano, i tuoi raggi cadono a terra, sui volti delle persone, le tue tracce sono invisibili", "Il mondo esiste grazie a te "- si legge nella inni di Akhenaton, indirizzati al dio del sole Aton. La divinità solare è la personificazione degli attributi divini di onniscienza del sole , come autorità suprema. L'occhio che tutto vede della divinità solare rappresenta una garanzia di equità. Vede tutto e conosce tutte le cose - è una delle qualità più importanti di una divinità solare. Nei Veda è esaltato il grande dio Surya, tutto sa e tutto vede, di fronte al quale le stelle scompaiono come ladri.Uno degli inni vedici dedicati al sole, dice: "Sorge davanti a noi l’occhio meraviglioso del sole, l’acqua e il fuoco, come sede del potere degli dei, che riempiano il cielo, terra e aria, e sono l'anima di tutto ciò che si muove e non si muove". Il motivo della quasi universale associazione del sole all'educazione o intuizione, è che il sole agisce come fonte di saggezza.Queste qualità - un benefico effetto, la sovranità, la giustizia e la saggezza - nello sviluppo del culto solare sono associate all'elite della società. Il culto solare è spesso associato all'ideologia del potere sacro (il governatore del Perù come la personificazione del dio del sole, il faraone come il dio del sole, la dea del sole Amaterasu in Giappone. Inoltre, il sole simboleggia l'eroico.Molti eroi della mitologia erano dotati di poteri derivanti dal sole (Ercole, Sansone e altri).

L'immagine del sole può essere considerata in relazione alla luna, in una serie di mitologie, che serve come sua consorte divina. Il sole domina la luna, in inglese e in altre, la Domenica è così chiamata in onore del sole, mentre il Lunedi - in onore della luna. Il sole invincibile è immortale, a differenza della luna, il sole muore e rinasce. La natura subordinata della luna è dovuta al fatto che essa riflette solo la luce emessa dal sole. In generale, gli uomini sono associati al sole, quale principio attivo e positivo, nella luna invece femmina prevale l’aspetto passivo e negativo. Per esempio, nell'antica mitologia Indiana, la dinastia solare è amante della pace, mentre la luna era una diversa militanza. Al sole corrisponde l'oro, ed il colore giallo, mentre la luna è legata all’argento e nero.

La scomparsa del sole durante la notte può essere vista come la morte: Quando la nostra giornata è completata, il Sole sta tramontando sul Far West "(Veda),nel " traghetto Notte " il Sole rappresenta l'inevitabilità della morte, il buio, il peccato, così come l'esistenza del bianco implica l'esistenza di nero.Tuttavia, la morte del sole non è mai definitiva e deve includere l'idea della resurrezione. Infatti non può essere vera morte. Il sole è ritratto nella simbologia di molte nazioni, il sole che sorge ad esempio è l’emblema di Stato del Giappone.

Consulta altri articoli

L' acqua è connessa a molte divinità femminili dell'antichità

Plinio affermava che l'acqua della rugiada era una sorta di farmaco.

Alloro - Fa avverare i desideri. Simbolo della vittoria

Il corpo nudo - La nudità virtuosa e la nudità criminale sono illustrati nell’ immagini nude di Tiziano, "L'amore del Cielo e della Terra".

La luce - Nella mitologia iraniana il concetto di luce si è evoluto  come la mente, l'energia spirituale.

La grotta, allo stesso tempo appare sia come un luogo di nascita, o come una tomba, o il grembo della terra: l'inizio e la fine di tutta l'esistenza.

Luna - In generale, la luna è considerata la dea delle donne.

La fonte rappresenta l'incarnazione della fertilità, la vitalità, l'immortalità dell'anima e il simbolo della femminilità.

Le ali sono un simbolo di movimento, di volo e di pensiero, di immaginazione, di spiritualità.

Pin It

Partner jooble

Partner jobsora