saggezza

REPUBBLICA DEMOCRATICA

 Conflitto familiare

La saggezza di Benix

 

IL CONFLITTO  C’era una volta, in una calda e lieta savana, una zebra cieca, ma molto intelligente, di nome Benix.

Benix era una principessa e una saggia giudice ed i suoi soldati la proteggevano fedelmente.

Nel suo villaggio vivevano sei fratelli zebre rimasti orfani. I maggiori tra i sei erano due gemelli, premurosi e coraggiosi, di nome Zemax e Zenax, i quali litigavano spesso perché ciascuno desiderava essere l’unico capofamiglia.

Il primo diceva: “Devo essere io il capofamiglia, perché sono il più saggio e il più astuto”.

L’altro replicava: “Invece sarò io il capofamiglia, perché sono il più forte e robusto; proteggerò io tutta la famiglia”.

Poiché i due gemelli non riuscivano a trovare un accordo e neanche i fratellini sapevano quale dei due scegliere come capofamiglia, tutti insieme si recarono dalla giudice Benix affinché risolvesse il problema.

Durante la seduta la principessa chiese loro: “Deve un capofamiglia essere prudente e inesperto?”.

“Assolutamente no”, risposero in coro.

“Deve un capofamiglia sentirsi sempre e sempre senza forze?”, riprese la giudice, e tutti risposero: “No, non deve essere così, non è la cosa migliore”.

 

LA RISOLUZIONE DEL CONFLITTO  “Allora”, disse Benix, “ dovete accettare di essere entrambi capofamiglia, come lo erano i vostri genitori. Avete bisogno l’uno dell’altro per completarvi. Nessuno di voi due infatti è in grado di essere da solo un buon capofamiglia. Soltanto avendo il medesimo potere riuscirete a guidare nel modo migliore la famiglia”.

Zemax e Zenax accolsero il buon consiglio della principessa, e nell’unione essi furono perfetti.

In effetti l’unione fa la forza!

Non c’è nessuno che non abbia bisogno degli altri: nell’aiuto reciproco deve esserci non il desiderio di prevalere e di dominare sull’altro, bensì sintonia e spirito di fratellanza.

 

Racconto di Florence Samba Ndandu

Pin It

Partner jooble

Partner jobsora

Articoli da consultare