La mela - simbologia PDF Print E-mail
SIMBOLOGIA - FRUTTI
Written by Administrator   

mela

La mela è un dono divino, simbolo della perfezione (ispirato dalla sua forma rotondeggiante) e della bellezza.

Nella tradizione biblica la mela è considerata immagine del paradiso, perciò simboleggia la gioia.
Gli ebrei, durante il pranzo di Natale, si mangiano fette di mele intinte nel miele, per assicurarsi la prosperità dell’anno nuovo.
Nella mitologia celtica, l'isola divina di Avalon prende il nome dalla mela.
La mela, per gli slavi simboleggia la prosperità.
In Cina, la mela è associata alla tranquillità. 
Le mele sono, anche, associate alla gioventù eterna e all'immortalità.
Le mele d'oro delle Esperidi, davano l’eterna giovinezza; una capacità simile fu attribuita alle mele custodite dalla dea scandinava Iduna.


Ringiovanire, è il significato della mela nel folklore russo.
Essa è, anche, l'immagine del mondo (il nome del potere, un attributo della sovranità, "maestosa mela").
Ecco perché a New York è attribuito il nome: “La grande mela”.

 

Nella mitologia baltica, la mela è il simbolo del sole al tramonto ed una delle incarnazioni della dea Saule.

Nel simbolismo della mela, è coinvolto il suo colore rosso, simbolo della bellezza fisica.
Poiché, la delicata forma circolare la ricollega alla donna, la mela diventa una caratteristica sessuale, con la sua forma simile al seno femminile (la mela di Paris nella mitologia greca "bellezza").
Paris doveva consegnare la mela d'oro a una fra le tre più belle dee.
Ciascuna delle dee, cercando di ottenerla, rispettivamente promise a Paris: Hera, il potere in Asia; Athena, la gloria militare e la vittoria; Afrodite, la più bella tra i mortali, Elena, figlia di Zeus e Leda.
Paris, senza pensarci due volte, assegnò la mela ad Afrodite
A tal proposito, la mela può essere interpretata come simbolo di espansione, desiderio terreno, e nel cristianesimo, essa simboleggia la tentazione, il frutto proibito, la mela in latino "malum" come il male.
La mela ci ricorda anche la caduta in disgrazia di Adamo.
Essa è l'emblema del peccato originale.
Boris Godunov, introdusse la mela nei simboli di potere del re, infatti, a quel tempo il regno era chiamato "mela”. 
La mela, nelle cerimonie nuziali è parte integrante dei trionfi, che adornano la tavola imbandita per l’occasione.
Nella reggia reale si dice: "Questa mela è il segno del suo regno. Come tiene la mela nella mano, cosi deve tenere tutto il regno, conferitovi da Dio, per proteggerlo con sicurezza dai nemici ".
Nel "Cantico dei Cantici" ci sono questi versi: "Sotto la mela ti ho svegliata: Qui che ti ho data alla luce del sole, qui che sono diventata tua madre".
Il proverbio "Una mela non cade lontano dall'albero" contiene implicitamente il significato, che i bambini non si allontanano molto dai loro genitori.
In Europa, le patate sono chiamate "mela diavolo".
In Russia, una mela è posta sulla tomba del defunto.
Il melo in fiore è simbolo d’amore.
Il tiratore solitario, Guglielmo Tell si allenava, tirando la freccia su di una mela, posta sulla testa di un servo.
L'espressione "ottenere la mela", è certamente un segno di precisione.
Molti metodi amorosi sono connessi con la manipolazione della mela.
Per esempio, per propiziarsi le attenzioni amorose, è necessario tagliare una mela a metà, porre un biglietto con il nome della prediletta e riunire le due ed esporla al sole; poi, quando la mela inizia a raggrinzirsi, la prescelta comincerà ad avvertire forti sentimenti di attrazione amorosa, verso di voi.

Consulta altri articoli

Il melograno era un simbolo della vita dei Fenici, e immagine del dio del sole.

Il fico è un simbolo di fertilità e generosità della natura.

Per i buddisti, la pesca è uno dei tre frutti benedetti.

La ghianda, il frutto della quercia, un simbolo di potenza.

La pigna, simbolo di fertilità, simbolo fallico, di prosperità e abbondanza

Abete - E’ l’albero di Natale e simboleggia l'inizio del ciclo annuale e la vita stessa.

Quercia - Gli antichi greci possedevano un albero di quercia di Zeus (Giove).

La palma è un classico simbolo di fertilità e un emblema della vittoria.

In Cina, il salice è diventato anche la personificazione della primavera, della bellezza femminile, delle gioie e dei dolori dell'amore.