Il triangolo - simbologia PDF Print E-mail
SIMBOLOGIA - OGGETTI
Written by Administrator   

triangolodavid

Il triangolo è una delle prime forme geometriche, che fu usato negli ornamenti dei popoli antichi.

Nell'antico Egitto era rettangolare ed era associato alla triade di fede spirituale, di amore e di intelligenza superiore dell'uomo. Il lato verticale del triangolo egiziano collegava tre unità  -  lunghezza,unità quattro – base,  unità cinque - l'ipotenusa. Questa forma geometrica era interpretata come segue: il lato verticale si associava al maschio, la base - alla femmina, e l'ipotenusa al frutto che simboleggiava la loro unione.

Nell'Antico Oriente era venerato il simbolo di un triangolo come natura di tutte le cose.

Nella tradizione ermeneutica, ci sono numerosi tipi di triangolo con una diversa interpretazione: per esempio, la figura geometrica con la linea orizzontale simboleggia il passivo, il che significa l'aria, mentre  la figura geometrica con la linea orizzontale capovolta raffigura una  ciotola, per prendere  l’ acqua, così come il principio femminile.
Nell’alchimia quando la figura geometrica del triangolo era in alto, era un segno di fuoco, l'uomo fuoco, e quando era capovolta descriveva il simbolo della femminilità, ottenendo un emblema indù che lega costruttivo e generativo  - esagramma. Nella tradizione indiana, il simbolo del triangolo è stato interpretato come un segno di amore e degli dei. In Europa, questa figura geometrica era conosciuta come la Stella di Davide.
Il triangolo rinchiuso  in un cerchio, rappresenta il mondo  nel cerchio dell'eternità. Plutarco, nel descrivere questa figura geometrica lo chiamava lo spazio delimitato dai lati del triangolo, la pura verità,  le immagini di tutto ciò che era e che è. Il triangolo si può associare al simbolo lunare.  Il punto comune del triangolo simboleggia la morte e la Luna.

La trinità e il triangolo
Per i cristiani il triangolo era un simbolo della Santissima Trinità. Un triangolo equilatero è stato interpretato come l'uguaglianza e come una sola essenza divina di Dio Padre, Figlio e dello Spirito Santo. A volte questo simbolo è composto da tre pesci intrecciati. Il simbolo della Trinità nella tradizione cattolica era composto da tre piccoli triangoli e ciascuno di loro si racchiudeva in un cerchio.  Questi tre cerchi significano la Trinità, ma ogni cerchio è indipendente ed autonomamente  perfetto in sé. Questo schema  illustra  il principio della Trinità, evidenziando l'individualità di ciascun componente della Santissima Trinità.


Il sigillo di Salomone
Il Sigillo di Salomone - conosciuto anche come la Stella di Davide formato dalla sovrapposizione di due triangoli, ovvero esagrammi. Secondo la leggenda, il re Salomone con questo segno comandava gli spiriti rinchiusi in un recipiente di rame. Si riteneva che il Sigillo di Salomone fosse un potente amuleto che poteva proteggere chi lo indossava dall'influenza degli spiriti maligni.

Il triangolo di Keplero
Agli inizi del XVII secolo il famoso astronomo Keplero stabilì lo schema di collegamento dei pianeti Giove e Saturno. Per esempio, in astronomia si chiamano i pianeti, che transitano a longitudine eclittica zero, visibili a occhio nudo, ed i corpi celesti sono a loro volta vicini l'uno all'altro o addirittura si sovrappongono. Keplero ha introdotto questo fenomeno sotto forma di un triangolo che viene ruotato dal cerchio zodiacale(cioè le stelle), facendo una rotazione completa ogni 2.400 anni.

Il triangolo di architettura antica
Nella tradizione antica un triangolo, apice verso l'alto,  simboleggia lo spirito. Pertanto, i frontoni dei antichi templi greci erano ornati con i triangoli .
I Triangoli sui vasi nelle primi popolazioni agricole del Neolitico, il triangolo negli ornamenti simboleggiava la terra l’aria e il fuoco. Il triangolo è uno dei più antichi simboli legati alle attività agricole, alla natura ed ai suoi cicli del calendario.

La costellazione triangolo
L’ origine esatta del nome di questa costellazione è sconosciuta. Il suo nome deriva  dall’ antico Oriente, era conosciuta ed utilizzata in navigazione dai marinai fenici. Per loro, simboleggiava la pietra sacra di forma piramidale. Il triangolo è stato una delle 48 costellazioni dell'antichità classica. Gli antichi Greci credevano che il delta del Nilo fosse stato  trasferito dal cielo ed indicavano  le radici egiziane derivanti dalle costellazioni. Anche in tempi moderni nel cielo sono stati identificati le costellazioni del Triangolo australe ed il quadrato.

L’ occhio in un triangolo
Il simbolo, che rappresenta graficamente l’occhio racchiuso in un triangolo, chiamato "l'occhio della provvidenza" o "occhio che vede", è apparso in Europa nel XVII secolo. Si ritiene che risalga dagli occhi solari di Horus propri degli antichi egizi. Questo segno fu ampiamente usato in architettura barocca, le decorazioni di lusso dei frontoni nelle chiese cattoliche. Nel cristianesimo era visto invece come un simbolo della Santissima Trinità. Allo stesso tempo, questo simbolo fu utilizzato dai massoni  che lo interpretarono come un simbolo dell'assoluto, dell’educazione e dell’istruzione superiore. L’ occhio di  Provvidenza dei Massoni si trova sulla sedia del Maestro Massone, per ricordare al Maestro di mantenere il segreto della saggezza del Creatore.

Consulta altri articoli: SIMBOLOGIA OGGETTI