(function() { var cx = '000482480240528106050:6zvch_agk4s'; var gcse = document.createElement('script'); gcse.type = 'text/javascript'; gcse.async = true; gcse.src = (document.location.protocol == 'https:' ? 'https:' : 'http:') + '//cse.google.com/cse.js?cx=' + cx; var s = document.getElementsByTagName('script')[0]; s.parentNode.insertBefore(gcse, s); })();
Stampa
Categoria: GRAMMATICA ITALIANA E ANALISI GRAMMATICALE

grammatica-classe

IL PRONOME

è la parte variabile del discorso che fa le veci del nome.

Il pronome, sostituendo il nome, assume le medesime funzioni logiche di soggetto o di complemento.

I pronomi si dividono in:

− personali

− possessivi

− dimostrativi

− indefiniti

− relativi

− interrogativi-esclamativi

 

L’AVVERBIO

è la parte invariabile del discorso che si pone, in genere, accanto al verbo per determinarne meglio o modificarne il significato.

FORMAZIONE DEGLI AVVERBI

(AVVERBIO DI MODO)

L’aggettivo talvolta diventa avverbio cambiando posizione nella proposizione: in vece di unirsi al nome, si unisce al verbo.

Esempio:Io ho molto lavoro

Io lavoro molto

 

L’avverbio si forma dall’aggettivo (femminile: 1ª classe; maschile: 2ª classe) aggiungendo il suffisso –mente.

Esempio: amara-mente

dolce-mente

 

L’avverbio è il risultato di più parti del discorso: si hanno allora le locuzioni avverbiali.

Esempio: di rado (preposizione + aggettivo)

in genere (preposizione + nome)

in un baleno (preposizione + articolo + nome)

d’ora in poi (preposizione + avverbio + preposizione + avverbio)

 

 

GRADI DELL’AVVERBIO

 

positivocertamente

tanto certamente quanto

comparativopiù certamente

meno certamente

superlativocert-issimamente (molto certamente)

 

N.B.: “meglio” e “peggio” sono già di grado comparativo e quindi rifiutano “più”.

Gli avverbi inoltre possono essere di luogo, tempo, quantità, somiglianza, affermazione, negazione, dubbio.

 

LUOGO lì-là-qui-qua-davanti-dietro-sotto-sopra-dove

TEMPO presto-tardi-ora-finora-ancora-oggi-domani-quando

QUANTITA’ molto-poco-tanto-quanto-troppo-assai-appena-affatto-quasi-più-meno-niente

SOMIGLIANZA così-come

AFFERMAZIONE sì-certo-così-appunto-davvero

NEGAZIONE no-neppure-nemmeno-mai-nient’affatto-né

DUBBIO forse-quasi-probabilmente-eventualmente

Questo sito utilizza cookies