(function() { var cx = '000482480240528106050:6zvch_agk4s'; var gcse = document.createElement('script'); gcse.type = 'text/javascript'; gcse.async = true; gcse.src = (document.location.protocol == 'https:' ? 'https:' : 'http:') + '//cse.google.com/cse.js?cx=' + cx; var s = document.getElementsByTagName('script')[0]; s.parentNode.insertBefore(gcse, s); })();
Stampa
Categoria: BAMBINO SANO

bambini-cura-mal-di-testa

Mal di testa nei bambini di natura emotiva

Tenete sempre in mente che, anche se il mal di testa del vostro bambino può essere di natura emotiva, è sempre vero. Gli adulti spesso dicono:"Mi fai venire mal di testa", e questa non è una frase detta a vanvera. Il comportamento degli altri, la preoccupazione, la paura, la rabbia ed altre emozioni possono causare il mal di testa, sia a Voi che ai Vostri figli.

Se si scopre che la causa del mal di testa è dovuto ad uno dei suddetti motivi, il trattamento da praticare non necessita di assistenza medica. E' sufficiente effettuare ai figli la stessa cura praticata dai genitori.Il tuo bambino ha bisogno del tuo aiuto, di vero amore, della tenerezza, del sostegno morale, a prova che ha veramente bisogno di Voi.

 

Gli antidolorifici o l’aspirina non possono sostituire il supporto di cui il bambino ha veramente bisogno.Nella maggior parte dei casi l'esame del paziente, così come l’esame di eventi che si sono verificati di recente, portano a  scoprire  la causa del mal di testa.Se non si dovesse essere sufficiente, continuate ad osservare il bambino con  maggiore attenzione, per scoprire ogni nuovo sintomo, che potrebbe apparire.

Ad esempio potrebbe essere la febbre, il vomito, la tosse, le eruzioni cutanee, i disturbi della vista, la perdita di peso, la stanchezza cronica e l’esaurimento, nonché qualsiasi altra causa, contraria alla normale condizione fisica.Anche in quale posto si verifica mal di testa può aiutare a determinarne la causa.

Se il dolore si verifica nella parte anteriore della testa, sospettate la sinusite. Una ulteriore indicazione è lo scarico verdastro o giallo del muco dal naso. Questa condizione di solito si risolve da sola, ad un bambino si può dare la limitata quantità di paracetamolo per ridurre il dolore, qualora sono forti.Nel frattempo, fare l'inalazione, per aprire i passaggi nasali così i seni paranasali  si svuotano.

Fate bere al bambino molti liquidi, per evitare la disidratazione.Se il mal di testa è grave e persistente, potrebbe essere necessario consultare il medico, per far prescrivere al bambino degli antidolorifici più forti...

Non mi piace prescrivere il farmaco, o altri farmaci, perché provocano dipendenza e hanno numerosi effetti collaterali, alcuni dei quali sono causa di danni molto seri. Invece, l'uso limitato di un farmaco che potrebbe alleviare il dolore, può essere accettato.Se l’infiammazione dei seni paranasali  si ripete, è il momento di prendere in considerazione la prevenzione, piuttosto che un ulteriore trattamento.

Forse, la causa potrebbe essere l’allergia ad un certo cibo o qualcosa  che è presente nell'ambiente.Provate voi stessi a trovare ad individuare la causa o cercate un aiuto professionale.Ricordate che la sinusite frontale non si sviluppa fino al sesto anno.Se il bambino è più piccolo, non è una infiammazione dei seni paranasali. Ancora un avvertimento: i problemi della sinusite appaiono quando varia la pressione atmosferica. Se il bambino soffre di una tale condizione, non deve viaggiare in aereo.

 

Mal di testa nei bambini causato da tensione

Il dolore nella parte posteriore della testa è di solito causato da tensione di origine emotiva. Se il dolore si verifica di lato, potrebbe trattarsi di emicrania, anche se è una forma rara nei bambini, e fino ai 10 anni praticamente sconosciuta. L'emicrania è di solito familiare o ereditaria, ma a volte può essere di natura allergica.

La suddetta è spesso accompagnata da vomito. Cessa dopo aver vomitato e fatto un sonno.Non esiste  alcun trattamento speciale, diverso dai  farmaci antidolorifici.Se non riuscite, con tutti i vostri sforzi, a  scoprire la causa del mal di testa, è il caso di consultare un medico.

Il vostro tempo e i vostri sforzi non sono stati inutili, perché sarete in grado di fornire al medico, informazioni dettagliate, che lo aiuteranno a diagnosticare velocemente la malattia.E’ un bene rivolgersi ad un medico, anche se sono presenti altri sintomi, che accompagnano il mal di testa, tipo l'inizio di un raffreddore, l’influenza o qualche altra semplice malattia.

Quando arrivate dal medico, ditegli tutto quello che avete scoperto durante il sondaggio, le possibili cause; questi dati, sono parte molto importante della storia della malattia e devono essere accuratamente raccolti. Se il medico sembra disinteressato o non è disposto a dedicarvi abbastanza tempo, forse è la persona sbagliata. Il medico dovrebbe, attentamente e accuratamente, esaminare il bambino.

L’esame di solito comprende tutto, dalla testa ai piedi.

In particolare dovrebbe osservare questi elementi: guardare il fondo dell'occhio con un oftalmoscopio, che rivela la condizione della retina. Una infiammazione dei nervi e dei vasi sanguigni, nella parte posteriore dell’occhio, può rivelare deviazioni dalla normale, che può indicare disturbi vascolari o l’aumento della pressione intracranica, la quale può essere causata da un tumore al cervello. Questi tumori nei bambini sono molto rari e, se esistono, sono di solito accompagnati da vomito e nausea che si verificano nelle prime ore del mattino, svenimenti, vertigini, problemi alla vista e altri disturbi neurologici. I tumori cerebrali nei bambini sono così rare, che sono in fondo alla lista delle possibili cause di mal di testa.

Il controllo della membrana timpanica e l'orecchio esterno con un otoscopio, che consente di verificare la visione globale della perforazione della membrana timpanica, l’infezione o la presenza di un corpo estraneo. I bambini mettono nelle orecchie i pastelli, fagioli, boccioli dei fiori e altri elementi, che possono causare irritazione e mal di testa.

La pressione sanguigna che si misura con un appropriato attrezzo per i bambini. Se la pressione è alta può indicare dei problemi renali, alcuni tumori e disturbi vascolari.

L’attento esame neurologico, durante il quale il medico esamina i riflessi con un martelletto e le funzioni sensoriali, usando aghi ed altri specifici attrezzi.

Il medico è alla ricerca di un legame, che normalmente dovrebbe essere lo stesso in entrambe le estremità. Se i riflessi non sono uguali su entrambe le braccia e le gambe, potrebbero stare ad indicare la presenza di alcuni disturbi del sistema nervoso centrale o periferico, malattie della colonna vertebrale, tumori cerebrali o altri disturbi neurologici.

- L’esame del cuore e dei polmoni con uno stetoscopio e, altrettanto importante, il controllo del polso e nelle diverse parti del corpo. Questi esami possono rivelare le malattie del cuore, problemi ai polmoni e al sistema circolatorio.

- Un medico dovrebbe, visivamente, ispezionare ogni parte del corpo del vostro bambino, ma non è necessario che faccia tutto ciò contemporaneamente. Il medico dovrebbe tastare e rivedere lo stomaco, al fine di accertarsi che non ci siano segni di disturbi al fegato, alla tiroide, e ai nodi linfatici.

Il bambino malato, assolutamente, merita questo tipo di controlli, come è stato descritto, ma raramente ciò avviene. I pediatri, tipicamente, hanno più pazienti e fanno alcuni passaggi al volo, tra cui la storia della malattia e l'esame fisico. In realtà, molti medici sono negligenti, durante l'esame fisico. Questo ho notato, quando ho lavorato in una clinica di Chicago.

Agli esami sostenuti dai medici per essere i futuri specialisti, una parte degli esami consistevano nel fatto che gli specialisti dovevano esaminare il paziente, coperto e sdraiato nel letto. Spesso accadeva che un candidato non ha constatato che il paziente aveva una gamba di legno! Mentre lavoravo in un ospedale al pronto soccorso, ho ricevuto un paziente proveniente da  un altro nosocomio, e con lui c'era un biglietto con una diagnosi: “un attacco di cuore”. Quando gli tolsi la giacca, ho trovato: “una ferita”!

Consulta sezione: Bambino sano

 

Questo sito utilizza cookies