(function() { var cx = '000482480240528106050:6zvch_agk4s'; var gcse = document.createElement('script'); gcse.type = 'text/javascript'; gcse.async = true; gcse.src = (document.location.protocol == 'https:' ? 'https:' : 'http:') + '//cse.google.com/cse.js?cx=' + cx; var s = document.getElementsByTagName('script')[0]; s.parentNode.insertBefore(gcse, s); })();
Stampa
Categoria: ESERCIZI PER MIGLIORARE LA VISTA

Esercizi per migliorare la vista

 

Le buone abitudini nell'uso della vista sono il primo passo, ma solo il primo passo verso il raggiungimento di una migliore visione.I passi da eseguire in questo percorso, che si suggerisce, consistono nell'uso di tecniche, che rilassano la mente e il corpo, contribuendo a migliorare la circolazione del sangue negli occhi e del cervello; rilassando i muscoli tesi, compresi anche quelli che aiutano il corretto funzionamento degli occhi, inclusi i muscoli tesi e flaccidi. Queste tecniche, che senza dubbio non sono esercizi nel senso comune del termine, ma sono progettati per evitare o mitigare la miopia, l’ipermetropia,  la presbiopia e altri disturbi comuni della visione.

Se si dimostrano inutili, di solito, è perché i pazienti non li sanno eseguire correttamente o perché i disturbi della visione sono, emotivamente e profondamente, radicati (l’occhio è l'estensione del cervello), a volte è necessario cercare l’aiuto di uno psicoterapeuta. Alcune di queste tecniche sono state create da Dr. Bates e altre sono opera dei suoi allievi, che hanno continuato l’applicazione e lo studio dei suoi metodi.

 Esercizio 1

Far prendere sole agli occhi

Una di tecniche di base (forse più facilmente applicabili, ma innegabilmente utili) è chiamata “prendere il sole agli occhi”,questa consiste in una semplice esposizione dell'occhio alla luce, sia naturale che artificiale.

Si basa su due fatti, che sono interconnessi:

- gli occhi fioriscono alla luce;

- gli occhi differenziano la luce dal buio, essi sono esposti alla luce e più si abituano a grandi quantità di luce, più sono in grado di operare in modo più efficiente, sia che si tratti di buona o cattiva luce. Questa tecnica fornisce la luce agli occhi e i suoi effetti sono, sorprendente, evidenti.

In primis, prendere il sole agli occhi e rilassando il corpo e la mente, cosa che piace a molti, a prescindere dai disturbi oculari.

Alle persone, colpite da miopia, ipermetropia o presbiopia, questo esercizio fa rilassare i muscoli tesi, che sono in parte i responsabili di questi disturbi.

Quando si tratta di strabismo, questo esercizio corregge la posizione degli occhi, a volte in larga misura, almeno temporaneamente.

Questa tecnica stimola la retina, che diventa debole e insensibile se è per lungo tempo priva di esposizione alla luce.

La luce è cibo per la retina e altri tessuti nervosi ed è necessaria per una ottimale visione.

Se manca l’esposizione alla luce, la retina si deteriora; questo è uno dei principali motivi per cui sconsiglio di indossare gli occhiali da sole.

Esistono molte dichiarazioni che affermano che la "concia" stimola la retina, e rallenta l'invecchiamento cerebrale.

Questa teoria si basa sui seguenti fatti: la retina, quando viene stimolata, trasmette immagini al cervello attraverso un grande nervo, e poi attraverso diversi percorsi neurali, fino al centro per la visione, che è situato sulla nuca della corteccia del cervello (lembo occipitale); questi nervi sono essenziali per il funzionamento del cervello e quando sono in uso, essi causano, come un'eco, un'attività riscontrata anche per altri nervi, che si trovano nell’aree legate ai settori associativi; un nervo attivo  significa che un cervello è attivo.

Un cervello attivo ,come muscolo attivo, dura di più.

L’esercizio rimuove anche la fotofobia, l’ipersensibilità alla luce, e se le persone che ne soffrono indossano gli occhiali da sole, solitamente, li rende ancora di più sensibili alla foto-fobica.

Anche se è meno evidente, questo esercizio pulisce gli occhi insanguinati ed elimina il prurito (non strofinare gli occhi se si ha il prurito, anzi con questo esercizio il prurito scompare rapidamente),

Inoltre, con tutti i buoni effetti che apporta questa tecnica, richiede uno sforzo minimo.

Far prendere il sole agli occhi è piacevole e confortevole, proprio come bagno caldo per il corpo.

Esporre gli occhi alla luce naturale è certamente utile, ma l'esposizione alla luce artificiale è anche necessaria, poiché gli occhi devono gradualmente abituarsi ad una sempre più grande quantità di luce.

 

 

 

 

Questo sito utilizza cookies