SCUOLA SCIENTIFICA TESLIANA DI NATUROPATIA OLISTICA

Il segreto dell'Ammiraglio Byrd ed il suo incontro con gli extraterrestri      

               

I dischi volanti nazisti non sono un mito, ma velivoli, super segreti, prodotti in ben nove fabbriche del Terzo Reich. Ci sono almeno sette varianti di velivoli spaziali tedeschi, discoidi che decollano verticalmente e, con più o meno successo, hanno volano ad altitudini fino a 12.000 metri. Secondo una ricerca sulla storia dell'imperatore del Terzo Reich, la società occulta tedesca Vril, nel 1917, avrebbe preso contatto con "alieni della stella di Aldebaran", e gli stessi occultisti si sono incontrati con gruppi simili, in una capanna, nella foresta, vicino a Berchtesgaden, nel 1919, dove la communty è stata fondata, unitamente agli ariani, che vivono al di fuori del nostro sistema stellare. Più tardi, non a caso, la residenza estiva di Hitler sulle Alpi fu costruita proprio in quel punto, che conosciamo, grazie alle registrazioni, a colori, realizzate da Eva Braun (amante di Hitler).     

Il primo, serio, discorso sui dischi volanti tedeschi avvenne nel dicembre 1946, quando un inseguitore UFO ed esploratore polare, l'ammiraglio americano Richard Byrd (1888-1957) si mise a "studiare" l'Antartide, accompagnato da portaerei e cacciatorpediniere. Mentre s’avvicinava all'Antartide, furono attaccati da aerei sconosciuti, che emersero dall'acqua ed affondarono un cacciatorpediniere, lasciando l'ammiraglio sulla portaerei, senza metà dell'aereo.                   

Faccia a faccia con gli ariani.

Nel dicembre 2007, è stata scoperta e pubblicata una nota di diario, che gli esperti sostengono essere autentica ed in cui l'ammiraglio Byrd descrive, in dettaglio, il suo incontro con gli alieni, avvenuto nel febbraio 1947. Secondo gli ufologi, i ricercatori di proiettili, oggetti non identificati (UFO), l'ammiraglio Byrd è una delle poche persone ad aver avuto un contatto diretto, faccia a faccia, con alieni, che secondo quanto riferito, hanno una base sotto i ghiacciai, al Polo Nord.                                                                                                             

L'autore del testo, affermano i ricercatori, che trattasi dell'ammiraglio Byrd, che per prima cosa afferma di "non avere la libertà di parlare di tali eventi, nel momento in cui sono accaduti, ma crede che sia suo dovere descriverli, così che tutti possano leggerli un domani ".                                                                                    

Ecco alcuni estratti di quel testo:                                                                     

«“Flight log – base camp Arctic 02/19/1947 ….”: “Ammiraglio benvenuto nella nostra zona. La faremo scendere tra sette minuti esatti.

Si rilassi ammiraglio, è in buone mani”.                                                                                                 

I motori del nostro aereo hanno smesso di funzionare. L'aereo è sotto uno strano controllo ... … Diverse persone si stanno avvicinando, a piedi, all'aereo. Sono alti e biondi. Dietro di loro si possono osservare le luci tremolanti della città ... Non so cosa succederà, quelli che si avvicinano sembrano disarmati. Sento una voce che mi ordina di aprire la porta. Eseguo l'ordine. Ci fanno scendere dall'aereo, sia me che radiotelegrafista e, ci accolgono in modo più cordiale. Siamo, allora, saliti a bordo di una piccola piattaforma senza ruote e ci dirigiamo verso una città inondata di luce, che sembra fatta di materiale cristallino”.                                                                   

 ... “Siamo entrati in quello che sembra un ascensore e siamo scesi”.  Uno dei miei ospiti ha parlato: "Non temere,ammiraglio, sarai ricevuto dal Maestro (o Sovrano)".                                            

“Siamo entrati in una stanza e ho visto la scena più bella del mio secolo”.  Non credo ci sia una parola umana, che possa descriverla con precisione. Il sovrano disse: "Ti abbiamo portato qui perché sei un uomo nobile e perché sei ben noto nel mondo di superficie, Ammiraglio".                                                              

"Mondo di superficie! Ero senza fiato".  

"Sì", continuò il Sovrano, sei nel territorio di Ariana, nel Mondo Interno (pianeta) della Terra ..., devo dirti perché ti abbiamo portato qui.                                       

"Il nostro interesse è iniziato subito dopo che le bombe atomiche sono esplose su Hiroshima e Nagasaki, in Giappone".                                                                       

"Non avevamo mai interferito nella barbarie e nelle guerre della tua razza prima, ma ora dovevamo, perché avete imparato a trattare con forze, che non sono per l'uomo, in particolare - l'energia atomica. I nostri emissari hanno già avvertito le persone al potere, nel vostro mondo, ma questi non prestano attenzione ai (nostri) messaggi.                                                       

“Sei stato scelto per essere un testimone, che il nostro mondo esiste! Vedi, la nostra cultura e la nostra scienza sono molte migliaia d’anni avanti, rispetto alla vostra razza, Ammiraglio ...”. "L'ho interrotto, 'Ma cosa questo ha che fare con me, signore'?

"Sembrava, che gli occhi del Sovrano fossero penetrati, in profondità, nel mio cervello e dopo pochi istanti ha risposto: "La vostra razza ha raggiunto un punto di non ritorno, poiché ci sono quelli tra voi che vorrebbero distruggere il mondo, prima di rinunciare al potere".

Durante il 1945, abbiamo cercato di contattare la vostra razza, ma i nostri sforzi sono stati accolti con ostilità, il nostro "flugelrade" è stato colpito".

“Con i vostri aerei da combattimento state continuando con le ostilità. Ora una grande tempesta incombe sul vostro mondo ... e le vostre armi non hanno la risposta e la vostra scienza non fornisce la salvezza ...”.

La vostra razza entrerà in un'età oscura, che coprirà la Terra, come un sipario, ma credo che alcuni individui sopravviveranno alla tempesta. Non posso dire di più!  In un lontano futuro, vedo un nuovo mondo crescere dalle rovine della vostra razza, che sarà alla ricerca di tesori leggendari, che saranno qui. Li terremo. Quando arriverà quel momento, Vi aiuteremo a far rivivere la vostra cultura e la vostra razza. "Forse, allora, capiranno quanto sia dannosa la guerra".                                             

"... Dovresti tornare al mondo sulla superficie e comunicare questo messaggio"!

Il Pentagono                                                                                                   

11 marzo 1947                                                                                               

“Ho partecipato al vertice del Pentagono. Li ho informati, nel dettaglio, della scoperta e ho trasmesso loro il messaggio del Sovrano. Tutto è stato registrato, come stabilito dalle regole. Anche il Presidente è stato informato”. Rappresentanti delle massime forze di sicurezza, e poi l'equipe medica, mi hanno interrogato, per sei ore e mezza. Un'esperienza lunga e spiacevole. Ora sono sotto loro stretto controllo.   

 MI È STATO ORDINATO CHE, IN NOME DELL'UMANITÀ, DOBBIAMO RESTARE TACIUTURNI SU TUTTO CIO’ CHE HO VISSUTO!!!

"Incredibile". Mi hanno ricordato che sono un militare e devo obbedire agli "ordini".

Admiral Richard E. Byrd                                                                                      

United States Navy                                                                                               

24 December 1956”

Pin It

Partner jooble

Partner jobsora

Articoli da consultare