lazingara-franshals

La Zingara di Frans Hals.

Lei mostra la sfaccettatura meno poetica e "sacra" della sua personalità, è l'espressione beffarda e scaltra della sua arte di arrangiarsi.

Lo sguardo di traverso, il sorriso malizioso, ambiguo e provocante, ritraggono il volto di una ragazza di strada bella ma ingannevole, esperta della vita difficile in cui la sopravvivenza dipende molte volte dalla capacità di accaparrarsi di che vivere "vittimizzando" qualcuno. Un opera non lontana, per i contenuti intimidatori nei confronti dei rom, dalle bonaventure seicentesche in cui la bellezza è uguale al trucco, al raggiro.

Immagine: "La Zingara" di Frans Hals(Parigi, Louvre)

Frans Hals(biografia)

Tratto dalla tesi di Bruno Morelli: Rom nell'arte

Consulta altri capolavori che rappresentano il mondo nomade

Bivacco di zingari di Van Gogh

Innamorati gitani di Otto Muller

Il giocoliere di Parigi di Marc Chagall

Zingare con gatto di Otto Muller

La gitana di Henri Matisse

Gitana con sigaretta di edouard manet

La buona ventura di george de la tour

La buona ventura di Valentin de Boulogne

La zingara addormentata di Henri Rousseau

Il violinista di Marc Chagall

Bohemienne di William Bouguereau

Madonna degli zingari di Tiziano Vecellio

La buona ventura di Simon Vouet

La buona ventura di Caravaggio

Tempesta di Giorgione

 

Pin It

Partner jooble

Partner jobsora

Articoli da consultare