SCUOLA SCIENTIFICA TESLIANA DI NATUROPATIA OLISTICA

mela-dizionario

L’uso della lettera maiuscola:

1. All’inizio del periodo, dopo il “punto”, nel discorso diretto dopo i “due punti” seguiti da “virgolette”.

2. Titoli di giornali, libri, opere d’arte, sigle

Esempio: “Il Messaggero”, “I Malavoglia”, “La Pietà”, “Fiat”.

3. Nomi propri, cognomi e soprannomi – Pronomi e aggettivi possessivi che si riferiscono a Dio, Madonna, Santi, persone distinte.

Esempio: Giuseppe, Fido, Velletri, il Temporeggiatore, Ella.

4. Aggettivi sostantivati indicanti popolo di uno stato, ecc.

 

Esempio: gli italiani (N.B. il popolo italiano).

5. Nomi di titoli e cariche, quando si riferiscono ad un nome proprio, ma non lo accompagnano; perciò si deve usare la maiuscola solo quando questi nomi si riferiscono a persone ben determinate.

Esempio: Il Papa attuale – il papa Paolo VI – il nostro Presidente della Repubblica – il presidente Giovanni Leone – in ogni repubblica c’è un presidente.

6. Nomi di enti, uffici, istituzioni.

Esempio: Stato, Chiesa, Ministero della Difesa, Banca d’Italia.

7. Nomi di secoli, periodi storici, festività civili e religiose.

Esempio: il Novecento, l’Illuminismo, Pasqua, il Risorgimento.

8. Nomi di piazze, vie, luoghi pubblici.

Esempio: Piazza di Spagna, Via Nazionale, il Campidoglio.

Pin It

Partner jooble

Partner jobsora

Articoli da consultare