ghianda

La ghianda, il frutto della quercia, un simbolo di potenza.

La ghianda per i miti celtici era associata alla vita, alla fertilità e all'immortalità. I Druidi inghiottendo la ghianda, riconoscevano le loro doti  profetiche; le ghiande erano anche il frutto sacro del Torah, come  Albero di Vita – l’albero di quercia, le foglie e le ghiande di quercia formano uno dei "magici" circoli di segni, che, secondo gli astrologi, raffigurano la protezione o l'abbondanza naturale.

La ghianda per molti popoli fin dai tempi antichi era considerata simbolo di vita, di fertilità, di salute, di virilità.

Il valore simbolico della quercia è dovuta al fatto maschile che la ghianda ricorda i testicoli di un uomo. La ghianda nei popoli germanici era considerata sacra, era l'emblema del dio Thor. Gli antichi romani credevano che la ghianda avesse proprietà curative, che fosse in grado di ringiovanirti. In passato una ghianda indossata come un amuleto, ti proteggeva contro l'invecchiamento e l'alcolismo.

Consulta altri articoli

Il melograno era un simbolo della vita dei Fenici, e immagine del dio del sole.

La mela è un dono divino, simbolo della perfezione (ispirato dalla sua forma rotondeggiante) e della bellezza.

Il fico è un simbolo di fertilità e generosità della natura.

Per i buddisti, la pesca è uno dei tre frutti benedetti.

La pigna, simbolo di fertilità, simbolo fallico, di prosperità e abbondanza

Abete - E’ l’albero di Natale e simboleggia l'inizio del ciclo annuale e la vita stessa.

Quercia - Gli antichi greci possedevano un albero di quercia di Zeus (Giove).

La palma è un classico simbolo di fertilità e un emblema della vittoria.

In Cina, il salice è diventato anche la personificazione della primavera, della bellezza femminile, delle gioie e dei dolori dell'amore.

Pin It

Partner jooble