SCUOLA SCIENTIFICA TESLIANA DI NATUROPATIA OLISTICA

pillole

Contraccettivi - il rischio della estinzione

La diffusione dei metodi di contraccezione, basati su prodotto di tipo ormonale  somministrato principalmente per via orale,  ha avuto inizio ,alle nostre latitudini, circa cinquanta anni fa.

Tale fenomeno, che inizialmente interessava determinate aree socio-culturali, si è rapidamente allargato a tutte le fasce sociali.
Divenendo la pillola un prodotto di uso comune, si è sviluppato un nuovo fenomeno sociale generalizzato,  tuttora non ben valutato per la sua reale gravità.

Il decremento demografico,  causato dalla cosiddetta pillola,  è così vasto e diffuso da non essere neppure paragonabile alle significative  perdite di popolazione dovute alle grandi epidemie che colpirono l’Europa dell’alto medioevo.
Si osserva, oltre, ad un progressivo invecchiamento della popolazione, un continuo fenomeno di immigrazione dai paesi terzi, che tenta  di riequilibrare il numero di abitanti, riempiendo gli “spazi demografici” che si sono determinati.
La esatta valutazione di cosa causerà, nel tempo, il nuovo flusso migratorio non credo che sia possibile farla, ma si può constatare che si    stanno determinando profondi stravolgimenti del precedente assetto sociale.
Le culture europee, fin ora dominanti, stanno entrando in contatto con “nuove realtà”, che inesorabilmente chiedono ed acquisiscono spazi,ma anche le “nuove realtà”, entrando in contatto con un mondo diverso, inesorabilmente subiscono delle modifiche.
Studiare il fenomeno sociale è sicuramente interessante, ma razionalmente ci auguriamo che la cultura della contraccezione subisca presto un rapido e significativo ridimensionamento, perché il rischio “finale” a cui si potrebbe andare incontro, a parer mio, si potrebbe anche chiamare estinzione.


Orazio

CONSULTA ANCHE:

Antibiotici - il loro uso nella storia- Gli antichi egizi, greci, cinesi curavano con antibiotici seppur inconsapevolmente

Il personaggio sicuramente più interessante, e purtroppo meno conosciuto e' Israel Greco, il primo medico dell'eta' moderna che curava con farmaci, su base razionale.

Il farmaco più usato è il medico stesso, dato che non è solo la medicina che conta, ma anche il modo con cui il medico la propone

Antibiotici - evoluzione scientifica - Gli antibiotici sono sostanze per lo più di origine naturale prodotte da batteri o da funghi capaci di uccidere o di inibire la crescita di microorganismi patogeni responsabili dell'insorgenza di numerose malattie.

La scoperta degli antibiotici - Nel XIX secolo inizia l'era della produzione nel laboratorio chimico di sostanze nuove capaci di distruggere gli agenti patogeni o cosiddetto "organismo ospite."

La vera storia della penicillina - Fleming ha scoperto solo il termine "penicillina" per non ripetere la frase estesa  "filtrato di brodo di coltura del micete".

Le terapie antibiotiche oggi - Attualmente almeno il 30% dei pazienti ospedalizzati riceve uno o più cicli di terapia antibiotica e milioni di infezioni, potenzialmente letali

Contraccettivi - né la bomba atomica, né l'avvento dei computer e di Internet hanno avuto un impatto così forte come la "pillola"

I neurolettici non "curano" nulla ma inibiscono la persona

Il monopolio della ricerca - Sicuramente, in tanti si domandano perché fino ad ora non è stata trovata la cura per combattere il tumore, o con che criterio opera  l’Istituto di ricerche contro il cancro.  Noi abbiamo trovato la risposta.

Il Dr. C. Moerman ha ottenuto con il suo trattamento naturale per il cancro, di tipo dietetico, dei successi veramente straordinari.

L'accesso al farmaco e la sua distribuzione - Il mondo considera tre diritti di accesso: il diritto di accesso all'acqua, il diritto di accesso all'alimento, il diritto di accesso al farmaco.

Pin It

Partner jooble

Partner jobsora