SCUOLA SCIENTIFICA TESLIANA DI NATUROPATIA OLISTICA

lamponi

Antibiotici - il loro uso nella storia

 

  • Greci, cinesi ed egiziani curavano, seppur inconsapevolmente,  le infezioni con antibiotici: tracce di queste sostanze allo stato naturale erano, infatti, contenute nelle erbe medicinali usate per preparare impacchi, cataplasmi e decotti utilizzati per curare ferite e malattie varie.
  • Secoli più avanti, nel Settecento, si è passati all'utilizzo delle muffe presenti in certi formaggi per curare le infezioni cutanee.

 

  • Nell'Ottocento Pasteur scoprì che certi microrganismi saprofiti, innocui per l'uomo, potevano uccidere i batteri patogeni responsabili dell'antrace.
  • Agli inizi del Novecento, il medico e chimico tedesco Paul Ehrlich sintetizzò per la prima volta una sostanza organica in grado di attaccare selettivamente l'organismo infettante senza danneggiare l'ospite: sintetizzò il salvarsan, un composto arsenicale attivo sulla spirocheta. Fu, così, in grado, per la prima volta, di curare la sifilide prima ancora che venisse scoperta la penicillina.
  • Non molto tempo dopo, negli anni Venti, Alexander Fleming scoprì il lisozima, un enzima con proprietà battericide presente anche nella saliva. Proseguendo questi studi e del tutto casualmente, nel 1928, al ritorno da una vacanza durante la quale aveva lasciato nel suo laboratorio alcune colture batteriche a fianco di alcune muffe, scoprì che le muffe avevano bloccato la moltiplicazione dei batteri; intuendo la portata che avrebbe avuto questa sua scoperta, si mise a studiarle assiduamente e negli anni quaranta fu scoperta ufficialmente la penicillina. Da quel momento fu possibile curare felicemente la gonorrea, la meningite e la setticemia. Questa scoperta, è sicuramente una delle più importanti della storia della medicina .
  • Dagli anni cinquanta,  gli antibiotici sono diventati di uso comune, da allora tubercolosi,  polmonite batterica,  setticemia e altre malattie  fino a quel momento  considerate incurabili, non sono più state mortali.

 

Orazio

CONSULTA ANCHE:

Il personaggio sicuramente più interessante, e purtroppo meno conosciuto e' Israel Greco, il primo medico dell'eta' moderna che curava con farmaci, su base razionale.

Il farmaco più usato è il medico stesso, dato che non è solo la medicina che conta, ma anche il modo con cui il medico la propone

Antibiotici - evoluzione scientifica - Gli antibiotici sono sostanze per lo più di origine naturale prodotte da batteri o da funghi capaci di uccidere o di inibire la crescita di microorganismi patogeni responsabili dell'insorgenza di numerose malattie.

La scoperta degli antibiotici - Nel XIX secolo inizia l'era della produzione nel laboratorio chimico di sostanze nuove capaci di distruggere gli agenti patogeni o cosiddetto "organismo ospite."

La vera storia della penicillina - Fleming ha scoperto solo il termine "penicillina" per non ripetere la frase estesa  "filtrato di brodo di coltura del micete".

Le terapie antibiotiche oggi - Attualmente almeno il 30% dei pazienti ospedalizzati riceve uno o più cicli di terapia antibiotica e milioni di infezioni, potenzialmente letali

Contraccettivi - né la bomba atomica, né l'avvento dei computer e di Internet hanno avuto un impatto così forte come la "pillola"

I neurolettici non "curano" nulla ma inibiscono la persona

Il monopolio della ricerca - Sicuramente, in tanti si domandano perché fino ad ora non è stata trovata la cura per combattere il tumore, o con che criterio opera  l’Istituto di ricerche contro il cancro.  Noi abbiamo trovato la risposta.

Il Dr. C. Moerman ha ottenuto con il suo trattamento naturale per il cancro, di tipo dietetico, dei successi veramente straordinari.

L'accesso al farmaco e la sua distribuzione - Il mondo considera tre diritti di accesso: il diritto di accesso all'acqua, il diritto di accesso all'alimento, il diritto di accesso al farmaco.

Pin It

Partner jooble